Interviste

Uomini d’affari che diventano contemporaneamente completamente ubriachi e pazzi: quattro chiacchiere con Bendik Kaltenborn

Uomini d'affari che diventano contemporaneamente completamente ubriachi e pazzi: quattro chiacchiere con Bendik Kaltenborn - aquarell_03

Bendik Kaltenborn è uno dei maggiori talenti artistici della Norvegia. Ha ricevuto molti premi, tra cui “The Sproing Award” come miglior fumetto nel 2007 e 2010. Uomini d'affari che diventano contemporaneamente completamente ubriachi e pazzi: quattro chiacchiere con Bendik Kaltenborn - the_holy_thief_kaltenbornHa collaborato con “The New Yorker”, “The New York Times”, “Le monde diplomatique Norge”.
Sospeso tra fumetto, grafica, animazione e illustrazione, l’arte di Kaltenborn non è facilmente inquadrabile e il suo immaginario è tanto contemporaneo quanto attento alle origini del fumetto.

Conosco Bendik Kaltenborn da un po’, ci siamo visti a la prima volta a Crack! nel 2007, quando la prima ondata di artisti delle luci del nord scese a fare mostre e libri con noi, che li abbiamo tradotti in italiano per la prima volta, e c’era il salotto svedese nelle gallerie del Forteprenestino, dove incontravi tutti gli autori che ora hanno intrapreso delle strade narrative più note, dopo le diverse esperienze in giro per il pianeta. In quel periodo veniva premiato per il suo libro e organizzava il festival di fumetti di Oslo…

Quello del nord è il fumetto della terra della biopolitica, Uomini d'affari che diventano contemporaneamente completamente ubriachi e pazzi: quattro chiacchiere con Bendik Kaltenborn - stupid_uncle_lo_p2dove il controllo e l’autosorveglianza sociale sono sottopelle, e dove la notte è lunga e fredda. Bendik la attraversa con una grande ironia nera ed una iridescente irriverenza, e con uno spirito schiettamente underground di produzione multipla e su media narrativi differenti, partecipando al più innovativo motore di produzione culturale a fumetti della Norvegia, Dongery, ora connesso alle produzioni della No Comprendo.

Abbiamo visto nell’ultima Angouleme Blekk, una piccola, raffinata (e gratuita!) antologia del fumetto norvegese tradotto in Francese, prodotta proprio da No comprendo e Jippi, con il supporto dell’Ambasciata Norvegese di Parigi, segno di una attenzione culturale verso una produzione di qualità.
Un lavoro il suo ormai presente sul New Yorker, Uomini d'affari che diventano contemporaneamente completamente ubriachi e pazzi: quattro chiacchiere con Bendik Kaltenborn - lawnmoverman_1sul New York Times, su Le monde Diplomatique. Con Bendik ci siamo scambiati due righe in occasione della sua partecipazione a Bilbolbul per la sua mostra, eccole.

 

Autopresentazione di Bendik come un fumettista da giovane. 
Sono un autore di fumetti norvegese (n. 1980, Oslo), illustratore e designer. Faccio fanzine bizzarre con il gruppo underground Dongery, pubblico storie più lunghe e curiose con No Comprendo Press e faccio illustrazioni per il New Yorker. Il mio ultimo libro “Congenial Comics”, è stato presentato al Ministero della Cultura Norvegese, tra gli altri. Website: www.benkalt.no.

Uomini d'affari che diventano contemporaneamente completamente ubriachi e pazzi: quattro chiacchiere con Bendik Kaltenborn - homeless_dictator_2Dongery e la scena del fumetto norvegese.
Dongery sta per pubblicare una voluminosa raccolta delle centinaia di fanzine che abbiamo pubblicato negli ultimi dieci anni. Saranno due libri di 600 pagine, uno che raccoglie le nostre produzioni norvegesi ed uno per le cose in inglese. Sarà distribuito da No Comprendo Press che si sta prendendo cura ultimamente dei nostri progetti più grandi.
Ho fatto ultimamente una storia di 14 pagine per una raccolta nordica che si chiama KolorKlimax, pubblicata dalla Fantagraphics con la Finnish Comics Society. È la storia di un autore che litiga con il suo editore sul design di copertina (fatto da me) del suo ultimo racconto. Scazzato, l’autore se va via e nel giardino incontra un uomo misterioso di cui si innamora.

I temi e il mood delle storie di Bendik.
Il mio primo libro si svolgeva tra montagne innevate, Uomini d'affari che diventano contemporaneamente completamente ubriachi e pazzi: quattro chiacchiere con Bendik Kaltenborn - dansedamema negli ultimi anni il mio tema ricorrente  sono uomini d’affari che diventano contemporaneamente completamente ubriachi e pazzi. Per qualche motivo la vita del mondo degli affari mi affascina, è un mondo lontano dal mio e mi sembra strano, insolito. Ho l’immagine di uomini d’affari come persone perfettamente controllate, e perciò mi piace metterli invece in situazioni caotiche dove perdono completamente quella loro aria di sicurezza e controllo.

Le modalità di lavoro.
Lavorando soprattutto come illustratore e designer freelance, e lavorando sempre di più in digitale, con una tavoletta grafica wacom, mi trovo a disegnare direttamente in photoshop. Ma come reazione invece ho cominciato a fare acquarelli, per restare in contatto con la carta. Mi vanno bene tutti e due i media: la wacom mi rende efficiente e gli acquarelli mi fanno sognare.

Riferimenti:
www.benkalt.no
www.dongery.no
www.nocomprendopress.com

 

Uomini d'affari che diventano contemporaneamente completamente ubriachi e pazzi: quattro chiacchiere con Bendik Kaltenborn - hunden

 

 

 

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio