Home > Top 10 > Top Ten 2011 > Top Ten 2011 – Ferruccio Giromini

Top Ten 2011 – Ferruccio Giromini

Ferruccio GironimiTop Ten 2011 - Ferruccio Giromini - 1371494646_e0039cecd6

Giornalista esperto in critica dell’immagine e della comunicazione visiva. Ha curato mostre e volumi sul fumetto.

 

TOP TEN NOVITA’

 

Solo 7 titoli, sorry.


1° CLASSIFICATO
ASTERIOS POLYP (MAZZUCCHELLI)
Un’operazione complessa di rifondazione linguistica, un giro di boa nel campo della letteratura disegnata. Un’operazione seria, portata fino in fondo attraverso una progettazione teorica preventiva ben determinata, una applicazione realizzativa intensa, una lucidità intellettuale assoluta. Un vero “romanzo”, ammirevole nella costruzione, nei significati e soprattutto nei particolari del suo svolgimento.

2° CLASSIFICATO
GATTO MONDADORY E IL TELEFONINO FATATO (DR. PIRA)
Una sorpresa assoluta. E chi se lo aspettava che dietro quegli scarabocchietti all’infantile potesse celarsi un’opera di tanto impegno narrativo e linguistico? Il Dr. Pira già lo conoscevamo per cosette, ma qui si rivela un Autore maiuscolo. Decisamente comico, esilarante; ma pure intelligentemente parodico e sapientemente sperimentale. La confezione del volume, poi, è impeccabile in modo geniale.

3° CLASSIFICATO Top Ten 2011 - Ferruccio Giromini - alain-e-i-rom-un-grande-reportage-per-immagin-L-Ixvt1V
ALAIN E I ROM (GUIBERT, KELER, LEMERCIER)
Come qualsiasi impresa sfiorata dalla bacchetta magica di Emmanuel Guibert, anche questa si conferma una delizia per la mente: un argomento di profondo interesse “giornalistico” viene affrontato con corretta attenzione alla documentazione e profonda partecipazione umana (ma senza eccessi sentimentali o smaccate partigianerie) e soprattutto senza la pesantezza che ci si sarebbe potuta aspettare.

4° CLASSIFICATO
TORMENTI (SCARPELLI)
Scarpelli continua a insegnarci il mestiere di raccontare storie e di tratteggiare personaggi a tutto tondo. Ma la vera sorpresa è il suo disegno, così inaspettatamente maturo e duttile e gustoso: per una divertente vicenda di esseri umani narrata in modo divertito e molto umano. E il vecchio Scarpelli, prodigo di continue trovate formali e contenutistiche, inopinatamente ci ricorda il giovane Pazienza.

5° CLASSIFICATO
LA QUARTA NECESSITÀ (GIACON, LUTTAZZI)
Qui Giacon, alle prese con un lavoro meno ludico e complice rispetto ai precedenti con Mimì Colucci, dovendo dare forme e colori alla stretta sceneggiatura di Luttazzi, più lontana dalle sue corde abituali (ma già ricca di spunti), si è impegnato fino allo spasimo. Risultato: un’opera che gli fa onore, dove ogni vignetta è trattata con la stessa assoluta attenzione, neanche fosse un quadro a sé stante.

6° CLASSIFICATO
IL MAGNIFICO LAVATIVO (TUONO PETTINATO)

Tuono cresce, anche quando racconta di com’era prima di crescere. Il librino vale anche solo per l’episodio in cui il Magnifico Lavativo afferma che da grande vorrà essere sé stesso, suscitando la sconcertante emulazione del compagno di banco. Irresistibile.

7° CLASSIFICATO
UNKNOWN SOLDIER N.3 – STAGIONE SECCA (DYSART, PONTICELLI)
Più che altro: ma quand’è che Alberto Ponticelli verrà adeguatamente considerato in patria?


MENZIONE STORICA – RISTAMPE

 

1° CLASSIFICATO
TINTIN (HERGÉ)
Inevitabile, fondamentale, imperdibile. Era l’ora.

2° CLASSIFICATOTop Ten 2011 - Ferruccio Giromini - 386136_O
LUPO ALBERTO – LE RADICI (SILVER)
Un ghiotto ripasso, dove l’introduzione autobiografica di Silver getta una luce tenera su tutto il resto, che non è solo parte della sua vita successiva ma anche della nostra. Caro Lupo, caro Silver, metaforicamente tutti noi intrecciamo le nostre esistenze nella Fattoria McKenzie.

3° CLASSIFICATO
NO PASARÁN (GIARDINO)
Finalmente tutta assieme una storia non facile a seguirsi frammentata negli anni. Bello il formato compatto e particolarmente interessanti, tra i contenuti speciali in appendice, le sceneggiature e gli schizzi degli episodi espunti.


SAGGISTICA

 

1° CLASSIFICATO
FANTOMAS – UN SECOLO DI TERRORE (CASTELLI)
In tutti questi anni Alfredo Castelli ci ha viziati, nessuno come lui è in grado di raccogliere imponenti moli documentative su qual che sia argomento. Gli si renda onore e massimo rispetto!.

2° CLASSIFICATO
ECCETTO TOPOLINO (GADDUCCI, GORI, LAMA)

Archeologia emozionante (per tutti gli archeologi almeno un po’ emotivi).

3° CLASSIFICATO
UN MAESTRO DELL’IRONIA BORGHESE – CARLO BISI (GALLINARI)
Un atto dovuto che colma una lacuna nella storiografia del fumetto italiano. Lodevole per le molte voci chiamate a raccolta (anche se la bilancia pende troppo a favore dello “storico” a discapito del “critico”) e la rara iconografia.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

I commenti sono soggetti a moderazione, per questo motivo potresti non vederli apparire subito.
Ti preghiamo di non usare un linguaggio offensivo ma di esporre le tue idee in maniera civile.