BreVisioni

Shanghai Devil #5 – Lanterne Blu (Manfredi, Nespolino)

Shanghai Devil #5 - Lanterne Blu (Manfredi, Nespolino) - Shangai-Devil-n.-05Di ritorno a Shanghai, Ugo si trova costretto ad affrontare un’ennesima disavventura: il rapimento di Meifong e di sua sorella Meilian da parte di due banditi che lo stesso Ugo ha condotto sotto il suo tetto. E’ l’inizio di una avventura molto articolata e ricca di comprimari, raccontata da in maniera meno esile rispetto ai numeri precedenti. In “Lanterne Blu” la Cina della Rivolta dei Boxer sembra (finalmente) diventare la protagonista principale della serie, tramite anche le solite strizzate d’occhio ai temi spionistici tanto cari allo scrittore marchigiano. Viene messo in particolar risalto anche la figura di Tai Mien, lo “ nero”, la cui identità rimane un mistero per tutta la durata dell’albo, sino a quando Ugo non crede di averlo individuato in Ha Ojie (ma siamo sicuri che la soluzione non si rivelerà così semplice). Lo stesso personaggio di Tai Mien, e l’alone di mistero che lo circonda, ricorda molto il personaggio stesso di Volto Nascosto della miniserie precedente, anche lui un guerriero in difesa del popolo, come se Manfredi volesse dare alle due opere un trait d’union concettuale ben marcato.
Valida la prova di , il cui tratto chiaro ben si sposa con la narrazione dell’albo. Particolare importante sono i dettagli che il disegnatore non disdegna di inserire nelle tavole, anche nelle scene notturne o in quelle più caotiche, non venendo però mai meno la dinamicità dei disegni.
In conclusione, dopo 4 albi che, seppur interessanti, sembravano vivacchiare sul personaggio di Ugo Pastore, sembra che con questo “Lanterne Blu” la miniserie stia entrando nel vivo.

Abbiamo parlato di:
#5 – Lanterne Blu
Manfredi, Nespolino
, gennaio 2012
96 pagine, brossurato, bianco e nero –

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio