Home > BreVisioni > John Doe #15 – Il Cuore Nelle Scarpe (Recchioni, Genovese)

John Doe #15 – Il Cuore Nelle Scarpe (Recchioni, Genovese)

John Doe #15 - Il Cuore Nelle Scarpe (Recchioni, Genovese) - JOHN-DOE-IV-15-097In questo episodio John Doe, il poliedrico personaggio creato da e Roberto Recchioni, si trova catapultato nell’universo della seconda passione di buona parte del popolo italiano (o è la prima ?), ma anche di una grossa parte del resto del mondo: il gioco del calcio.
John si ritrova ad allenare una squadra composta dalle versioni teen di Morte, Fame, Guerra, Pestilenza e Jack Castillo, l’inconsapevole figlio che John ha avuto da Robin Castillo, sua ex addetta stampa. Il protagonista cerca così di recuperare il rapporto con il figlio e nello stesso tempo prova a insegnargli ad avere fiducia in se stesso e nelle sue qualità calcistiche.
Un Recchioni in buona forma confeziona una storia più intimista del solito, dove i ritmi pacati creano un’atmosfera di complicità con il personaggio, permettendo di capirne meglio la personalità e l’ambiguità morale. L’episodio è poi il solito compendio di citazioni che vanno dalle catapulte infernali per i nostalgici della serie animata Holly & Benji, o alle strane e oniriche apparizioni del maestro Miyagi di Karate Kid. Luca Genovese, coadiuvato per alcune sequenze da e Andrea Scoppetta, fornisce un’eccellente prova grafica contraddistinta da una notevole fluidità e dinamicità dell’azione. Buona anche la caratterizzazione dei due team calcistici avversari. Insomma, un ottimo episodio di John Doe e un raro fumetto italiano di calcio. Bella la copertina di .

Abbiamo parlato di:
John Doe #15 – Il Cuore nelle Scarpe
Roberto Recchioni, Luca Genovese, Gianluca Maconi, Andrea Scoppetta
, 2011
98 pag, brossurato, bianco e nero – 3,00€
ISBN: 977-17228778

 

John Doe #15 - Il Cuore Nelle Scarpe (Recchioni, Genovese) - 09

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

I commenti sono soggetti a moderazione, per questo motivo potresti non vederli apparire subito.
Ti preghiamo di non usare un linguaggio offensivo ma di esporre le tue idee in maniera civile.