Recensioni

Strangers in paradise #12

Strangers in paradise #12 - immagine1-273Continuano le vicende di Katchoo, Francine e David, narrate con la solita abilità grafica e narrativa da parte di , autore che si distingue per la sua capacità nell’unire fumetto realistico, fumetto comico, poesia, parole e musica nelle sue storie. Con questo numero, la lunga trama di intrighi e avventure incentrata sul ritorno del passato di Katchoo ha termine, in maniera quasi brusca e inaspettata, lasciando il posto ai personaggi, ai loro sentimenti, ai loro tentativi ed ai loro errori.
Moore riesce a dare il suo meglio proprio quando si tratta di descrivere l’aspetto interiore delle sue “creature”, confermando la caratteristica migliore di Strangers in Paradise: l’umanità e la profondità dei protagonisti, che sembrano uscire dalla pagina e renderci partecipi della loro vita, riuscendo ad apparirci veri: proviamo per loro simpatia, antipatia, gelosia, odio, amore… Una lunga saga, quella di SiP, che ha come tema centrale l’amore, il desiderio di vivere con coloro a cui vogliamo bene, ed il bisogno di averli accanto per non sentirsi perduti.

…perché senza amore, non possiamo che essere estranei in paradiso…

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio