Smiley face
Recensioni

Paradise Too

Paradise Too non avrà la capacità del suo quasi omonimo Alan nel creare pietre miliari nella storia del fumetto, ma certo può vantare uno stile personalissimo e soprattutto abile nel rapire il lettore e incantarlo con storie leggere e profonde, divertenti e drammatiche.
Dopo aver ripreso la pubblicazione di Strangers in Paradise, la sua opera più famosa, la Lexy ha iniziato a pubblicare anche questo Paradise Too, una serie nata per raccogliere i primi lavori dell’autore.
Questo volume infatti raccoglie strisce, molte pubblicate in questa occasione per la prima volta, alcune addirittura senza nemmeno la china, veri e propri schizzi e bozze di fumetti mai pubblicati. Oltre a poter assaporare così le influenze nell’opera di del Pogo di Walt Kelly, o di Doonesbury di Gary B. Trudeau, si potrà conoscere l’evoluzione attraverso cui sono passati i personaggi di Katchoo, Francine e David, che diventeranno i protagonisti di Strangers in Paradise.
Gustosissime anche le vignette, sempre di stampo umoristico, o le dolcemente ironiche scenette di Wonderland, con protagonista un orso polare in cerca dell’amore. A rendere più intrigante il tutto sono i commenti stessi dell’autore, attraverso i quali si può conoscere meglio il pensiero e le fonti di ispirazione di uno scrittore da tenere d’occhio, sempre.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio