Recensioni

Legion75 #1: Londra Brucia

studio grafico per "l'uomo senza nome"

Legion75 #1: Londra Brucia - legion75Londra 1975: Byron Truman è un ex poliziotto diventato killer della sezione dei servizi segreti inglesi denominata M16, in seguito a un evento traumatico che ne ha sconvolta la vita. La sua esistenza è ormai un desolato inferno fatto di droghe e acidi, dove domina l’immagine di Caliban, il Serial Killer da lui ucciso e responsabile della sua attuale situazione.
Londra 1985: le creature chiamate Legion hanno ormai preso possesso della capitale inglese, e forse del mondo, usando gli umani come incubatrici per la loro progenie. Un uomo senza nome e senza memoria, ma in possesso di abilità combattive fuori dal comune, contrasta queste mostruosità ergendosi come uno dei pochi baluardi umani rimasti.

Sono questi i due piani narrativi sui quali si alternano i capitoli che suddividono il primo numero di Legion75, la nuova miniserie bimestrale della scritta da e disegnata da (1975) e in coppia con (1985). Appare chiaro già da questo primo numero che gli eventi narrati nel 1975, da cui parte il misterioso piano “Sovereign”, sono la genesi dell’apocalittico anno 1985, che porterà l’umanità sulla soglia dell’estinzione.

Legion75 #1: Londra Brucia - 11
Londra 1975

La sceneggiatura di Riccio, che attinge a piene mani dall’immaginario cinematografico e narrativo con riferimenti a opere quali Io Sono Leggenda di Matheson, Alien, Il Cattivo Tenente, si dimostra non particolarmente originale e con protagonisti abbastanza stereotipati, come il poliziotto disilluso e corrotto dopo un trauma avvenuto anni prima, oppure l’ultimo sopravvissuto che distrugge intere guarnigioni di mostri da solo, in modo assai improbabile. Devo ammettere, però, che l’autore riesce a condurre le due trame parallele con buona personalità e con una scrittura semplice e chiara, tenendo desta l’attenzione del lettore, incoraggiandolo così a proseguire la lettura del prossimo numero.

Legion75 #1: Londra Brucia - 82
Londra 1985

I capitoli disegnati da sono dotati di uno stile chiaro e pulito che richiama il tratto di Luigi Picatto prima maniera, ma offrono degli sfondi decisamente anonimi.

Legion75 #1: Londra Brucia - 24312_rg_75lg00pers03
studio grafico per "l'uomo senza nome"

Le parti affidate al duo Statella/Fara sono più ricche di dettagli e godono di un impatto maggiore, grazie alla buona lettura della tavola che i due artisti sanno dare. Peccato per una certa staticità delle figure e di un pessimo monster design che abbassa il valore complessivo.

Questo primo numero di Legion75, pur non essendo esente da difetti, dimostra le qualità di questa nuova serie che ha ancora un potenziale margine di miglioramento grafico-narrativo, ma che, già così, può far contento ogni amante delle serie di azione. La copertina di Giuseppe Candita è molto efficace a rappresentare e sintetizzare il contenuto dell’albo, pur avendo qualche pecca stilistica.

Abbiamo parlato di:
Legion75 #1: Londra Brucia
, Renato Riccio, ,
, 2011
96 pagine, brossurato, bianco e nero – € 2,70
ISBN: 9772239996003-20001

Legion75 #1: Londra Brucia - Legion75_2_90-91
una bella immagine del numero due di LEGION75
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio