Nuove Uscite

La nuova graphic novel di Lorenzo Mattotti: Chimera

0 - untitled1

Comunicato stampa

La nuova graphic novel di Lorenzo Mattotti: Chimera - chimera-mattotti-220x300CHIMERA: IL NUOVO MATTOTTI RACCONTA IN BIANCO E NERO UN VIAGGIO FANTASTICO NEL MONDO OSCURO DELL’INCONSCIO

A Natale in libreria il nuovo graphic novel quasi senza parole di un maestro del romanzo disegnato contemporaneo con 24 pagine inedite che completano una storia iniziata nel 1999

NOVITA’
TITOLO: Chimera
AUTORE:
EDITORE: – Fandango
NUMERO DI PAGINE: 56, bianco e nero
PREZZO: 22 euro
USCITA: Dicembre 2011/Strenna
ISBN: 9788876181177

Siamo mostri, chimere complicate, animali sbiaditi che hanno perso ogni direzione…

 

La nuova graphic novel di Lorenzo Mattotti: Chimera - untitled12Inizia come un sogno lieve, si trasforma poco alla volta in un incubo. riprende la storia di  Chimera, iniziata nel 1999, e aggiunge nuove pagine conducendo i lettori in un viaggio onirico quasi senza parole, nella dimensione del mito, con un poema grafico dove il disegno e la potenza evocativa delle immagini danno vita a un racconto di luce e ombra, amore e morte, sullo smarrimento come cifra della condizione umana.  “Ho disegnato in bianco e nero” ha detto Mattotti “che per me è il doppio colore dell’inconscio. Chimera è un racconto oscuro, in sintonia con la vita strappata che mi sento intorno, con la dissonanza emessa dalle persone che si scontrano anziché accarezzarsi, si mangiano anziché amarsi”.

A dare il via al racconto è un io narrante che si addormenta sotto l’albero dove sedeva sempre un famoso  pensatore. Il sogno è la porta d’ingresso in un mondo fiabesco di nuvole antropomorfe che amoreggiano, orchi e gigantesse, animali fantastici, neri conigli e uccelli rapaci. Muovendo dalla  linea fragile iniziale il tratto di Mattotti via via s’infittisce, diventa vorticoso e graffiato, scivola dal bianco della luce al buio di un bosco intricato e nero come quello di Hansel e Gretel, dove si aggira un misterioso viandante…

Mattotti è uno dei più affermati autori di graphic novel, ma anche illustratore e pittore noto a livello internazionale: il suo pubblico non è solo quello del fumetto d’autore, ma comprende il vasto mondo degli appassionati d’arte contemporanea. Per lui il racconto a fumetti, come diceva il maestro Moebius,  può avere la forma di una farfalla, di un elefante o della fiamma di un cerino. La narrazione scaturisce direttamente dalla potenza di un disegno che sa evocare interi mondi ad ogni vignetta. La sua sfida, per usare le parole dell’autore, è sempre stata quella di narrare col fumetto  anche cose leggere e impalpabili, i silenzi, la contemplazione, il cambiamento delle nuvole, gli itinerari interiori e non solo l’azione.

Dopo capolavori del graphic novel come Fuochi e Stigmate, Chimera prosegue e spinge in nuovi territori questa ricerca.  “Ho sempre concepito questo lavoro come un’opera aperta, in divenire,” ha detto Mattotti, e in questa nuova edizione deluxe, con copertina cartonata e dorso in tela, porta avanti il racconto originario aggiungendo numerose nuove pagine: una festa per lo sguardo, un caleidoscopio di emozioni.

L’AUTORE
LORENZO MATTOTTI vive e lavora a Parigi. Esordisce alla fine degli anni ’70 come autore di fumetti e nei primi anni 80 fonda con altri disegnatori il gruppo Valvoline. Nel 1984 realizza il graphic novel Fuochi, che, accolto come un evento nel mondo del fumetto, vince importanti premi internazionali. Con Incidenti , Il Signor Spartaco, L’uomo alla finestra e molti altri libri fino a Stigmate, il lavoro di Mattotti si è evoluto secondo una costante di grande coerenza, ma nel segno eclettico di chi sceglie sempre di provarsi nel nuovo. Oggi Mattotti è anche pittore e illustratore, e gli sono state dedicate numerose mostre in tutto il mondo. I suoi libri sono tradotti in molti Paesi e pubblica su quotidiani e riviste come The New Yorker e Le Monde. Insieme a Lou Reed ha pubblicato il libro The Raven, omaggio di immagini e parole ad .

Il fumetto è libertà, è sogno. Chiedo al lettore di  partecipare alle mie storie, di riempire gli spazi tra un’immagine e  l’altra. – Lorenzo Mattotti,  intervista a La Stampa

I disegni magnifici e tenebrosi di Mattotti sono uno  scrigno di poesia. – Le Nouvel Observateur

www.fandango.it
www.coconinopress.it

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio