A fumetti

La lunga saga di Bone secondo Federico Rossi Edrighi

bone010

A fumetti: uno spazio riservato ad autori affermati ed emergenti per esprimere il proprio punto di vista sui fumetti attraverso il linguaggio stesso delle “nuvolette”: un esperimento insieme artistico e critico, senza vincoli e senza condizionamenti.

Appena ristampato in un massiccio volume, di è uno dei fumetti simbolo dell’autoproduzione statunitense, una saga fantasy capace di conquistare i cuori di grandi e piccini. recensisce l’opera e racconta le tragicomiche vicende della sua pubblicazione italiana.

La lunga saga di Bone secondo Federico Rossi Edrighi - Bone001 La lunga saga di Bone secondo Federico Rossi Edrighi - bone002 La lunga saga di Bone secondo Federico Rossi Edrighi - bone003 La lunga saga di Bone secondo Federico Rossi Edrighi - bone004 La lunga saga di Bone secondo Federico Rossi Edrighi - bone005 La lunga saga di Bone secondo Federico Rossi Edrighi - bone006 La lunga saga di Bone secondo Federico Rossi Edrighi - bone007 La lunga saga di Bone secondo Federico Rossi Edrighi - bone008 La lunga saga di Bone secondo Federico Rossi Edrighi - bone009 La lunga saga di Bone secondo Federico Rossi Edrighi - bone010

 

Abbiamo parlato di:
– L’integrale

Traduzione di Michele Foschini
, 2011
1344 pagine, brossurato, bianco e nero – 35,00€
ISBN: 978-88-6543-041-5

Riferimenti:
Jeff Smith, il sito: www.boneville.com
: www.baopublishing.it
: cabaretfledermaus.blogspot.com

11 Commenti

11 Comments

  1. Aladino

    6 dicembre 2011 a 12:32

    Ho da poco realizzato una (video)recensione di Bone anche io.
    http://www.nerdest.it/content/bone
    Dico anche io gran parte delle cose che hai scritto (a parte il giudizio sul colore e qualche altra nota).
    L’idea della recensioni a fumetti sui fumetti è davvero bella. Spero di leggerne altre.

  2. Pino Rinaldi

    Pino Rinaldi

    5 dicembre 2011 a 16:44

    Bravo, sei veramente in gamba! Pino.

  3. Simone Rastelli

    Simone Rastelli

    2 dicembre 2011 a 20:37

    Bellissima recensione. Sarebbe bello vederla come postafazione alla prossima versione di Bone.
    (Questa frase trasuda di ottimismo e immagino lasci intuire un mio vago distacc dalla realtà fumettistica).

  4. Giulia

    1 dicembre 2011 a 17:35

    Mi hai tolto le parole di bocca!

  5. Mauro Buti

    1 dicembre 2011 a 09:59

    Bellissima, complimenti! :)

    (e sono d’accordo da cima a fondo, anche se io lessi solo i primi tre italiani, e dopo il volumone intero inglese. Il dramma dei cavalieri invece me lo beccai per intero).

    Ciao!

  6. Roberto B.

    1 dicembre 2011 a 09:57

    Bellissima recensione.
    Grazie anche a RRobe che l’ha segnalata.

  7. Skull

    1 dicembre 2011 a 09:57

    Recensione spettacolare! ^__^
    E comunque condivido in toto, specie la questione della mancanza di equilibrio e del finale un pò meh.

  8. illustrAutori

    30 novembre 2011 a 20:52

    grandioso, meglio di crepax ;-)

  9. Debris

    30 novembre 2011 a 18:24

    Qualcuno ha 35 euro da prestarmi ?? Vado a comprami l’edizione di Bone che c’è in libreria, avevo già previsto di farlo, ma fra dei mesi ( inoltre avete in mente di fae altri di questi piccoli miracoli. ^_^ )

    Il fumetto al servizio del Fumetto…

    P.S. seriamente quanto ci ha messo il recensore a costruire tutto questo ??

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio