Home > Articoli > Recensioni > Powers #2

Powers #2

Powers #2 - immagine1-337Torna con il secondo volume , serie ideata da (Alias, Daredevil, Ultimate Spider-Man) e disegnata da in uno stile di stampo cartoonesco eppure efficace e d’atmosfera, serie che appartiene ad un filone di comics (del quale fanno parte la stessa Alias e Top 10 di Alan Moore) in cui i supereroi sono solo lo sfondo su cui far muovere delle storie poliziesche o investigative. Da questo deriva una visione dei “costumi”, come li si definisce in Powers, decisamente più cinica, disincantata e sporca. Il detective Walker, che nasconde egli stesso un passato dietro una maschera, fa parte della sezione dedicata a risolvere i casi in cui sono coinvolti supereroi e superpoteri, e questa volta deve vedersela con l’uccisione di alcuni ragazzi che si travestono da eroi per un pericoloso gioco di ruolo.
In questa opera Bendis sperimenta soprattutto nella costruzione della tavola, cercando di impostare tempi e toni del racconto con un efficiente uso della vignetta e della pagina, rendendo appassionante una trama lineare e per molti versi scontata, e confermando le sue capacità come sceneggiatore.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

I commenti sono soggetti a moderazione, per questo motivo potresti non vederli apparire subito.
Ti preghiamo di non usare un linguaggio offensivo ma di esporre le tue idee in maniera civile.