Nuove Uscite

Arriva anche in Italia il nuovo controverso volume di Chester Brown: IO LE PAGO

Comunicato stampa

Arriva anche in Italia il nuovo controverso volume di Chester Brown: IO LE PAGO - io-le-pago-cover-web1IO LE PAGO”: DAL MAESTRO DEL FUMETTO AUTOBIOGRAFICO IL DIARIO DI UN CLIENTE ABITUALE DI PROSTITUTE CHE DIFENDE IL SESSO A PAGAMENTO COME VIA ALLA FELICITÀ

Addio per sempre all’amore romantico: racconta in un graphic novel la sua scelta e le sue esperienze con le escort. E conclude con un saggio-pamphlet a favore della libertà di prostituzione. Un libro che ha scalato le classifiche Usa e ha fatto discutere, suscitando polemiche, ma anche gli applausi dei movimenti per i diritti delle “lavoratrici del sesso”.

In libreria dal 17 novembre, per le edizioni – Fandango

TITOLO: Io le pago
Autore:
Editore: – Fandango
Collana: Kanda
Numero pagine: 292, bianco e nero
Prezzo: 18,50 euro
ISBN: 9788876180484

Un graphic novel vietato ai minori, un libro che farà discutere. È la lunga, dettagliata confessione in forma di diario di un cliente abituale di prostitute: lo stesso Chester Brown, canadese, maestro del fumetto autobiografico nordamericano che si mette in scena in prima persona senza sconti né omissioni o indulgenze.

Piantato in asso dalla fidanzata, reduce da ormai troppe delusioni amorose, il 40enne Chester decide di dire addio per sempre all’amore romantico e a legami sentimentali stabili. Resta però il sesso, come desiderio e bisogno fisico da soddisfare: che fare, se non si ha la vocazione alla castità e al tempo stesso si è troppo timidi per cercare avventure da una notte nei single bar? Semplice: si pagano le donne. Chester Brown lo decide a mente fredda, in modo sistematico e razionale. Stanzia il suo budget mensile, ed entra da cliente fisso nel mercato delle escort. Consulta annunci su giornali e siti web, confronta le “recensioni” di altri clienti, ci racconta e disegna in modo esplicito – ma mai volgare e gratuito – la cronistoria dei suoi incontri e appuntamenti “a luci rosse” con donne giovani e meno giovani, canadesi o immigrate straniere, gentili e comprensive o sbrigative e insofferenti.

L’autore non nasconde nulla: anzi difende il sesso a pagamento da un punto di vista etico e ideologico, invocando la completa depenalizzazione della prostituzione. Il libro è anche il resoconto di lunghe discussioni di Chester con amiche e amici, tra cui altri artisti come e , che invece disapprovano il suo comportamento.

Alla fine del racconto a fumetti, in un vero e proprio saggio scritto in appendice, l’autore mette in fila e prova a confutare tutti i più comuni argomenti contro la prostituzione: per Chester Brown non si tratta di sfruttamento o mercificazione degradante del corpo, ma di libera e consapevole scelta, di tutte le parti in causa, di fare del sesso un “servizio” e un oggetto di mercato. Negli Usa il libro è stato salutato dagli elogi di , il padre del fumetto underground, e di molte rappresentanti dei movimenti per i diritti delle prostitute e delle sex workers. Appena uscito, ha scalato le classifiche americane suscitando dibattiti e forti polemiche: un’accesa discussione certo destinata a proseguire.

“In questo libro racconto ogni volta che ho pagato per fare sesso e ogni prostituta che ho incontrato”  Chester Brown

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio