Recensioni

Ken Parker Collection #2

Ken Parker Collection #2 - immagine1-431Ken Parker continua il suo rinnovato cammino nelle edicole, e lo fa con altre due storie che portano le firme di e . Solita cura nell’albo, con l’introduzione di Berardi che inoltre risponde alle lettere degli appassionati (anche se in questo numero ne recupera una di cinque anni prima!), e l’attenta e approfondita analisi delle storie a cura di Gianni di Pietro e Francesco Manetti.
Ne I gentiluomini iniziano a conoscere una delle prerogative della serie, l’ampio spazio dato ai comprimari. Infatti seguiamo la storia del capitano Kirk Collins, reduce sudista della Guerra di Secessione, che ha scelto la carriera del bandito rivoluzionario. Ken Parker si ritrova ad incrociare la sua strada per caso, rimanendo vittima di un assalto ad un treno. In Omicidio a Washington, in cui anche i disegni di Milazzo iniziano a guadagnare forza e espressività sempre maggiori, scopriamo invece come le avventure di Ken non siano slegate l’una dall’altra, ma formino una storia per certi sensi unica, con il ritorno di personaggi conosciuti nella avventura precedente, e con l’inizio di un inseguimento che si concluderà solamente tra qualche mese. Ken Parker si trova a Washington, scontrandosi con la civiltà a lui più lontana rispetto ai boschi ed alla vita selvaggia, per affrontare il problema della “questione indiana” assieme a Ely Donehogawa, commissario per gli affari indiani, del cui omicidio verrà ingiustamente accusato. Le pessime condizioni di vita dei nativi americani ed il razzismo dei bianchi, che nasce in realtà da questioni economiche, saranno uno dei temi portanti della serie.
Ancora una volta, una pietra miliare del fumetto italiano da comprare e da leggere.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio