Cronache

Fenice, International Nine Arts Festival

Fenice, International Nine Arts Festival - immagine1-4157Mercoledì 17 è stata presentata la seconda edizione dell’evento “Fenice: International Nine Arts Festival“, realizzata con il contributo della Fondazione Monte dei Paschi di Siena, promossa dal comune di Poggibonsi, Politeama S.p.a. in collaborazione con Vernice Progetti Culturali: a partire dal 25 ottobre, per concludersi il 27 novembre, una serie di rassegne, laboratori, mostre e performance con ospiti di assoluto rilievo: Francisco , Peter Greenaway e Carlo Mazzacurati.

Cambia il nome della manifestazione ma non ne cambiano gli obbiettivi: “Fenice è una rassegna che mette in dialogo le arti, ne mostra le affinita’, le fa vivere insieme, rappresenta combinazioni, innovazioni, trasformazioni e sconfinamenti: Lo vuole fare portando nel centro della Toscana le istanze della creatività mondiale, unendo il locale alle tendenze globali“.

Migliora la strutturazione degli eventi a beneficio di quanto la manifestazione si propone di realizzare: l’edizione 2007 vede il coinvolgimento di un numero maggiore di ospiti chiamati a collaborare, o già collaboratori dei tre artisti protagonisti della manifestazione. Serge Dodwell (Dj Radar), Marco Paolini, Lucia Baldini si aggiungono a Francisco , Peter Greenaway e Carlo Mazzacurati per dar vita ad una serie di eventi che attraversano in maniera interdisciplinare fumetto, fotografia, cinema, musica e arti performative e vedono impegnati in prima persona gli artisti; con un occhio alla divulgazione, attraverso una serie di laboratori aperti al pubblico e dedicati alla produzione cinematografica degli ospiti di quest’anno e al Tango, componente importante del primo evento di “Fenice 2007” che vedrà l’Argentina come protagonista assoluta.

L’Argentina, il tango e il fumetto, con una celebrazione de “l’” nell’ottantesimo compleanno di Hector G. Hoesterheld

Argentina protagonista assoluta del primo evento facente parte di “Fenice”: “Milonga ” aprirà il festival con una serie di mostre, performance e incontri distribuite tra il 25 e il 27 ottobre, attraversando fumetto, ballo, fotografia, teatro e musica.
Historietas: il Sogno dell’Eternauta” è la mostra dedicata al disegnatore Solano Lo’pez ed al trentennale della “desaparicion” di Oesterheld. In apertura il 26 ottobre, rimarrà visitabile fino al 4 novembre con tavole da “l’Eternauta” e da altri lavori meno conosciuti dell’autore argentino: “l’Evaristo”, “Ministero”, “L’istituto”, “El dia del juicio”, “Marcianeros” e dal prosieguo dell’Eternauta datato 1997. L’evento è in collaborazione con l’editore italiano .
Il Tango a Venire” esplora l’Argentina attraverso la musica, le arti performative, focalizzando l’attenzione sul tango, espressione performativa genuinamente argentina. Quindi un concerto del trio Equina di Cesar Stroscio, composto dallo stesso Stroscio, da Leonardo Sanchez e da Hubert Tissier. Inoltre, un corso / esibizione / serata di tango a cura di Jorge Vacca, animatore culturale argentino da anni residente a Milano, le cui attività vanno dall’editoria a fumetti alla gestione della galleria “Le Cueva”, che vedrà protagonisti due tra i massimi interpreti del ballo argentino: Alejendra Arrue’ e Adolfo Margiotta. Il ventaglio offerto dall’evento include uno spettacolo teatrale scritto da , ispirato ad un episodio della vita di Tenco, che reinterpreta le opere del cantautore italiano a ritmo di tango.
A completamento, la rassegna cinematografica in collaborazione con il Festival del Cinema Latinoamericano di Trieste e il Napoli Film Festival: “Tangos, il cinema per non dimenticare“; la tavola rotonda, “Argentina: Storia e Cultura a 30 anni dall’inizio della dittatura“, a cui saranno presenti: Angelo Trento, professore di Storia dell’America Latina all’università Orientale di Napoli, , direttore del , Jorge Vacca, Alejandra Arrue’, Sergio Datario, Rodrigo Diaz, direttore del Festival di Trieste, Marco Castellani della NCTangueros, Ce’sar Strossio e Francisco Solano Lopez; infine, l’installazione fotografica di Lucia Baldini, “Buenos Aires: la città dagli infiniti luoghi“, accoglierà i visitatori nel foyer del teatro Politeama con una visione a 360 della capitale argentina attraverso il montaggio di 16 foto diverse, realizzando una sorta di “piano sequenza” svolto su una superficie circolare.

Peter Greenaway, tra cinema e performance visuale
Fenice, International Nine Arts Festival - immagine2-4157Il secondo evento in programma nell’edizione 2007 di “Fenice”, curato da Michele Crocchiola in collaborazione con Stensen/Cinema, NoTV e Volumina , vede protagonista assoluto il poliedrico regista Peter Greenaway. “L’arte di Peter Greenaway + Tulse Luper VJ Performance” si apre con un breve “seminario di avvicinamento” che ripercorrerà le linee guida principali dell’attività cinematografica dell’artista gallese e visiterà gli anni più recenti della sua attivita’, che vedono Greenaway come intellettuale-artista impegnato nell’organizzazione e direzione di svariati progetti creativi. Verrà inoltre proposta una retrospettiva che comprende il ciclo completo di Tulse Luper, oltre al suo adattamento dei primi canti dell’inferno dantesco e Nightwatching, film recentemente presentato al Festival Internazionale del Cinema di Venezia.
L’evento si concluderà con un evento in cui il regista gallese, con la collaborazione del Dj Radar, utilizzerà materiale proveniente da Tulse Luper per realizzare quello che è stato definito “live cinema”: una performance che mescola cinema e musica in qualcosa di vicino a quanto accade in un festival di musica elettronica, con una prevalenza dell’immagine sul suono, attraverso la proiezione su multipli schermi che saranno istallati sia sul palco che attorno al pubblico.
Ad accompagnare il seminario e gli eventi, un’esposizione che raccoglie tavole autografe e schizzi preparatori dei viaggi di Tulse Luper.

Il cinema di Carlo Mazzacurati: “La giusta distanza”

L’ultimo film dell’italiano Carlo Mazzacurati è il cuore dell’evento che chiude l’edizione 2007 di “Fenice”. “La giusta distanza” ben rappresenta le prospettive care al festival con una serie di amicizie e collaborazioni, nate dalla realizzazione del lungometraggio, concretizzatesi attraverso l’utilizzo di diversi linguaggi espressivi. In particolare hanno resa possibile la nascita di un volume, in uscita nel 2008 per Fandango, in cui il regista si racconta accompagnato dalle foto di Lucia Baldini e dalle illustrazioni e gli “appunti” di Roberto Abbiati.
L’evento si concretizza con la proiezione del film in oggetto, una serie di laboratori / incontri con il cast e lo staff dietro a questa pellicola e una mostra fotografica che riprende il lavoro di Lucia Baldini, presentando scatti precedenti alle riprese, il lavoro di fotografia in scena e le immagini del lavoro della troupe. A completare il ventaglio di proposte, una retrospettiva dedicata al regista italiano e la riproposizione della serie dei “ritratti”: realizzati assieme a Marco Paolini, si tratta di una digressione nel cinema documentario, sotto forma di intervista, dedicata a tre grandi autori della letteratura e della poesia veneta e italiana: Luigi Meneghello, Mario Rigoni Stern e Andrea Zanzotto. Marco Paolini sarà presente con lo spettacolo serale “Il sergente”, dedicato a Rigoni Stern.

Gli ospiti

Francisco Solano Lopez è uno dei maggiori disegnatori argentini, nato nel 1928, e attivo nel campo della Historietas sin dagli anni ’50. Il suo capolavoro resta l’Eternauta, che inizio’ ad essere pubblicato nel 1957 sulla rivista Hora Cero. “El Eternauta” è uno dei primi e più influenti fumetti d fantascienza, dal contenuto palesemente metaforico e politico, scritto dal grandissimo Hector G. Oesterheld sul fine degli anni 50, quasi a presagire il baratro dittatoriale che l’Argentina avrebbe subito dalla metà degli anni 70 e per il decennio successivo; gli anni dei “desaparecidos”, delle torture, e delle matite spezzate. Uno dei primi a cadere fu proprio Oesterheld, scomparso nell’aprile del 1977, preceduto e seguito da tutte e quattro le figlie. Lo stesso Solano Lopez sarà costretto all’esilio, che lo vedrà prima a Madrid poi in giro per l’Europa.

Peter Greenaway nasce nel 1942 a Newport, nel Galles. Nel 1962 comincia gli studi al Walthamstow College of Art con l’intento di diventare un pittore. Il suo primo cortometraggio, “Death of a Sentiment”, risale al 1965. La carriera di Greenaway comprende una notevole quantità di cortometraggi sperimentali, film per il cinema (tra cui il più conosciuto dal pubblico è probabilmente “The Cook, the Thief, his Wife & her Lover”), una serie televisiva che traspone i primi canti dell’inferno di Dante e la realizzazione di dieci libretti per l’opera “Death of a Composer”. Negli ultimi anni Greenaway ha portato a termine la realizzazione dell’opera multimediale “The Tulse Luper Suitcases”, concretizzatasi in cinque film e adattata in una performance visuale, con la collaborazione di Serge Dodwell (altresì conosciuto come DJ Radar), messa in scena per la prima volta nel 2005. Recentemente Greenaway ha presentato al Festival del Cinema di Venezia il film “Nightwatching”.

Carlo Mazzacurati nasce a Padova nel 1956. Nel 1979 realizza il suo primo film Vagabondi. La sua carriera comprende un nutrito numero di film, tra cui “Vesna va veloce”, “La lingua del santo” e “Il Toro”, per il quale viene premiato con il leone d’argento al Festival del Cinema di Venezia nel 1994. Mazzacurati, oltre che come regista, ha lavorato come sceneggiatore e attore. Negli ultimi anni, la realizzazione dei “Ritratti” in collaborazione con Marco Paolini. La sua ultima fatica è la pellicola: “La giusta distanza”.

PROGRAMMA

25, 26, 27 OTTOBRE
MILONGA ETERNAUTA – Argentina ieri e oggi, tra tango, teatro, musica, cinema, fotografia e historietas

Giovedì 25 ottobre – Teatro Politeama
Ore 18-20 Cinema argentino: ‘Los misterios del Tango’ (documentario, 2005)
Ore 20-20,30 ‘Sai chi seì di Fulvio Arrichiello (Italia, doc. 2006)
Ore 21,15-21,40 Inaugurazione di ‘Buenos Aires, la città degli infiniti luoghi’.Installazione fotografica di Lucia Baldini
Ore 21,40-24 ‘Tenco a tempo di tango’ spettacolo teatrale con Adolfo Margiotta, regia di Gigi Dall’Aglio, testo di (Ita, 2006)

Venerdì 26 ottobre – Teatro Politeama
Ore 18-20,30 Cinema argentino: ‘HGO’ di Victor Bailo e Daniel Stefanello (documentario 1998)
Ore 20,30-21,30 sessione autografi con Francisco Solano Lopez e
ore 21.30 – 22 Inaugurazione ‘Il sogno dell’Eternautà Esposizione di Francisco Solano Lopez
Ore 22-24 ‘Il tango a venire’, concerto del Trio Esquina di Ce’sar Stroscio
Ore 18-21,30 Corso di tango, Vals e Milonga , con Alejandra Arrue’ e Sergio Natario

Sabato 27 ottobre – Teatro Politeama
Ore 11,30 Tavola Rotonda: ‘Argentina: Storia e Cultura a 30 anni dalla dittaturà con Angelo Trento, , Jorge Vacca, Alejandra Arrue’ e Sergio Natario, Rodrigo Diaz, Francisco Solano Lopez, Marco Castellani, Ce’sar Stroscio,
Ore 16-17 Sessione autografi artisti presenti
Ore 17-18,30 Cinema argentino: ‘Argentina latente’, di Fernando Pino Solanas (doc. 2007)
Ore 18,30-20,30 ‘Hijos-Figlì di Marco Bechis (Italia 2001)
Ore 15-18,30 Corso di tango, Vals e Milonga con Alejandra Arrue’ e Sergio Datario
Ore 21-22,30 Esibizione ‘Tango de Abrazo’ con Alejandra Arrue’ e Sergio Natario
Ore 23 ‘FeniceMilonga’. Musicalizador: Punto y Branca

5 – 9 NOVEMBRE
L’ARTE DI PETER GREENAWAY + TULSE LUPER VJ PERFORMANCE

Martedì 30 ottobre – Teatro Politeama – Medialab
Aspettando Greenaway
Ore 21 incontro sul cinema di Greenaway a cura di Leonardo Moggi – parte prima

Venerdì 2 novembre – Teatro Politeama – Medialab
Aspettando Greenaway
Ore 21 incontro sul cinema di Greenaway a cura di Leonardo Moggi – parte seconda

Lunedì 5 novembre – Teatro Politeama – Sala Minore
Retrospettiva Greenaway
Ore 18 The Tulse Luper Suitcases – part1: the Moab story (Eu 2003)
Ore 21 I misteri del giardino di Compton House (Gb/Fra 1982)

Martedì 6 novembre – Cinema Garibaldi
Retrospettiva Peter Greenaway
Ore 18 The Tulse Luper Suitcases – part 2: Vaux to the Sea (Eu 2004)
Ore 21 Il ventre dell’architetto (Gb/Ita 1987)

Mercoledì 7 novembre – Cinema Garibaldi
Retrospettiva Greenaway
Ore 18 The Tulse Luper Suitcases – part 3: From Sark to finish (Eu 2004)
Ore 21 Dante – The Inferno. Cantos I – VIII (Nl/Uk 1989)

Giovedì 8 novembre – Teatro Politeama
Ore 16 Seminario-incontro con Peter Greenaway. Partecipano Robert Koumans, Domenico De Gaetano e Giovanni Bogani

Retrospettiva Greenaway
Ore 18 The Tulse Luper suitcases – part 4: A life in suitcases (Eu. 2005)
Ore 21 Nightwatching (Can/Eu 2007) – Anteprima alla presenza del regista

9 novembre – Teatro Politeama – Sala Maggiore
Ore 21 The Tulse Luper Vj performance event con Peter Greenaway e Dj Radar; a seguire, Peter Greenaway incontrerà il pubblico e riceverà l’omaggio a fumetti di

Da mercoledì 7 a sabato 10 novembre – Sala SET
Esposizione delle stampe e dei disegni originali e dei volumi di Tulse Luper in Turin e Tulse Luper in Venice – Le testimonianze dei viaggi del personaggio Tulse Luper in Italia

13 – 27 NOVEMBRE
LA GIUSTA DISTANZA
immagini, filmati, parole intorno a Carlo Mazzacurati

Evento finale che fa dell’incontro tra le espressioni artistiche il suo fulcro essendo dedicato al cinema italiano capace di creare un ricco percorso artistico partendo dalla creazione del lungometraggio ‘La giusta distanza’. Un percorso che esalta la creatività delle tante persone che collaborano o hanno collaborato con il regista padovano, trait d’union con questo e altri suoi precedenti progetti tra fotografia, letteratura, grafica, teatro e naturalmente cinema.

Martedì 13 novembre 2007 – Cinema Garibaldi
Retrospettiva Mazzacurati
ore 21 ‘Notte italianà (Ita. 1987)

Venerdì 16 novembre 2007 – Teatro Politeama
La giusta distanza
Ore 15.00 (Sala minore/Medialab) Tavola rotonda con Carlo Mazzacurati, Lucia Baldini e il cast del film
Ore 18.30 (Sala Set) Inaugurazione della mostra fotografica “La giusta distanza” di Lucia Baldini
Ore 21 (Sala Mggiore) presentazione e proiezione del film ‘La giusta distanzà (Ita 2007) a seguire (Sala Maggiore) incontro con il pubblico in sala del regista e del cast presente

Sabato 17 novembre 2007 – Teatro Politeama (Medialab e Sala minore)
La giusta distanza
Ore 10.30 -19 Laboratorio teorico-pratico di fotografia di scena; il laboratorio è tenuto dalla fotografa Lucia Baldini in collaborazione con l’attore Roberto Abbiati. Il corso è a numero chiuso (massimo 10 partecipanti) e prevede una quota d’iscrizione di 50 euro. Per l’iscrizione contattare il Teatro Politeama tramite mail a fenice@politeama.info

Martedì 20 novembre 2007 – Cinema Garibaldi
Retrospettiva Mazzacurati
ore 21 ‘L’estate di Davide’ (Ita 1998)

Sabato 24 novembre 2007 – Teatro Politeama (Sala Minore e Sala Maggiore)
Retrospettiva Mazzacurati
Ore 16 – proiezione della serie dei “Ritratti” con la regia di Carlo Mazzacurati e la presenza di Marco Paolini: ‘Ritratto di Andrea Zanzotto’ (Ita 2000); ‘Ritratto di Luigi Meneghello’ (Ita 2002); ‘Ritratto di Mario Rigoni Stern’ (Ita 1999)
Ore 21 – Il sergente, spettacolo di e con Marco Paolini

Martedì 27 novembre 2007 – Cinema Garibaldi
Retrospettiva Mazzacurati
ore 21 ‘Il Toro’ (Ita 1994)

La mostra fotografica “La giusta distanza” di Lucia Baldini sarà visitabile fino a domenica 2 dicembre con il seguente orario: dal martedì al venerdì dalle 15.30 alle 18.00, il sabato e la domenica dalle 15.00-20.00 oppure su appuntamento telefonando al 0577 985697.

Riferimenti:
Teatro Politeama di Poggibonsi: www.politeama.info
E-mail: fenice@politeama.info

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio