BreVisioni

BIGG time: una favola farsesca sulla fugacità della fama

BIGG time: una favola farsesca sulla fugacità della fama - bigg-time-coverLester Bigg è un barbone, un aspirante attore, fallito schiacciato dall’ombra del successo. Dopo un bizzarro incidente scopre di poter vedere il proprio poco diligente angelo custode, Stavros, che negli anni ha combattuto la noia causandogli le maggiori sfighe possibili. I tentativi maldestri di Lester di recuperare quella fama che sente come dovuta sveleranno la sua natura di uomo piccolo e senza talento.
Ty Templeton, oltre che come scrittore supereroistico, ha collaborato anche con Mad Magazine, ed è chiaro che lo stile della fortunata rivista umoristica statunitense sia l’ispiratore di questo fumetto in cui l’autore canadese è sia sceneggiatore che disegnatore. Purtroppo, non sempre da grandi maestri nascono grandi allievi, e il risultato sembra più vicino a qualche scarsa commedia americana stile “Scemo e più scemo”.
Lester Bigg vuol essere una critica sulla macchina della notorietà, ma pare giungere ormai fuori tempo massimo anche tenendo conto della sua uscita negli USA, targata 2002. Un titolo privo originalità da un autore che su queste pagine non non mostra alcun talento particolare, un titolo che stupisce vedere all’interno dell’etichetta Vertigo Comics; forse uno dei segni di una certa stanchezza per una linea che tanti capolavori ha regalato al fumetto.

Abbiamo parlato di:
BIGG time: una favola farsesca sulla fugacità della fama
Ty Templeton
Traduzione di
, 2011
128 pagine, brossurato, bianco e nero – 10,95€
ISBN: 978-84-674-8722-0

BIGG time: una favola farsesca sulla fugacità della fama - TCJ.TY_.12.Bigg-Time2nd

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio