Home > Articoli > Approfondimenti > Il Cimitero dei Calamari: Il Cast

Il Cimitero dei Calamari: Il Cast

Il Cimitero dei Calamari: Il Cast - immagine1-4051Frangi
(Gregorio Frangipane)

24 anni. Un passato adolescenziale da spacciatore al minuto e da manovale della malavita locale. Poi il riformatorio e la vita che conduce adesso, fra lavoretti occasionali come bagnino, buttafuori e muratore. Alto poco più di un metro e settanta, ben piazzato, collo largo, capelli corti, occhi verdi, ha un viso gradevole, dai lineamenti squadrati in genere con un dettaglio dolce e femminile (gli occhi, il naso o la bocca). è silenzioso di carattere ma ha quell’ aria da bombardiere che hanno tutti quelli usi alla violenza. Veste in modo casuale e spartano (maglietta, pinocchi, scarpe da ).

Ighli
(Ighli Skela)

22 anni. Lavora in un officina e ha il pallino dei motorini, infatti è spesso sporco di grasso. è alto quasi un metro e novanta, secco come un ramo. Ha il viso affilato e sorride spesso. Si veste in modo sportivo, con tuta e magliette di squadre di calcio o di basket. Ha i capelli alla giovane d’oggi, quel finto scarmigliato corto sopra e lungo dietro. Non è brutto ma ha l’aspetto complessivo di uno spaventapasseri.

Samu
(Samuel Amoah)

21 anni. L’unico dei tre che continua a studiare. Non sta mai zitto e dice un mare di cazzate. Si preoccupa facilmente e più del necessario. è nero, basso e gracilino; tiene i capelli corti e si veste seguendo le mode. Porta un paio di notevoli occhiali da vista con la montatura bianca.

Nina
La ragazzina del cerchio di pietre non ha un’ età e un’etnia qualificabili. è piccola e magra, ricoperta di cicatrici…. I suoi capelli sono lunghi, castani e mossi.

Il Cimitero dei Calamari: Il Cast - immagine2-4051Il Peggiore
45 anni. Ha un nome e un cognome ma per tutti è soltanto il Peggiore. Gestisce, controlla o ha il suo zampino nella maggior parte dei traffici illegali della zona. Dicono che abbia l’Aids e stia per morire ma intanto campa e continua a fare disastri. Dall’aspetto sembra uno come tanti, solo molto più male in arnese e con due occhi da pazzo, che non sbattono mai. è terribilmente superstizioso e si affida al consiglio di una torma fra veggenti e cartomanti. Frangipane ha lavorato per lui e, finche’ ha rigato storto, è stato un suo pupillo.

Senzabocca
42 anni. è una maschera da ambulante. Il viso gli è stato pesantemente modificato e questo gli è valso il soprannome. è un uomo buio, non riesce a pensare niente che escluda sofferenza e dolore. è anche un discreto armadio a due ante. Si veste come un gangster di Tarantino. In realtà queste membra malconce ospitano un Cane Specchio, un incubo che si è smarrito in un corpo umano e non riesce più a sopportarne il peso (da qui le mutilazioni, nel tentativo di liberarsi). Unico scopo e missione della sua esistenza è tornare a casa e, per farlo, servono tre cerchi concentrici di pietre e una vittima sacrificale… ce l’aveva quasi fatta ma qualcuno ha rovinato tutto.

La Sirena
e’ una donna che vive in un isolotto davanti alla costa. Ai tempi della sua vita criminale, Frangi ci aveva accompagnato diverse volte Il Peggiore, quando quest’ ultimo le chiedeva consigli, di natura perlopiù soprannaturale. La regola era che per parlarle dovevi regalarle del pesce. La figura della Sirena è quella di una bella donna stile anni 50, sulla quarantina, con una catena legata al collo… non si vede la fine della catena ma è abbastanza lunga da farla girare su tutto l’isolotto, impedendole pero’ di abbandonarlo. La Sirena, soltanto a tratti, mostra qualche dettaglio strano: sembra aggiustarsi quella che sembra essere una coda che sbuca da sotto la gonna, oppure i suoi occhi si rivoltano e appaiono come quelli neri di un pesce o può comparirle brevemente una triplice dentatura da squalo…

I Cani Specchio
Una manica di freak al servizio di Senzabocca. Il loro capo è Berta, una bellezza tipo top model con uno spaventoso apparecchio in bocca che le deturpa il viso e dei supporti di metallo per le gambe, come quelli che si usano per riabilitazioni pesanti. è totalmente folle.
Il braccio destro di Berta è Gummo, un uomo immensamente grasso con una tuta e una maschera tipo gatto felix: è unto, bisunto e una matassa di pidocchiosi capelli lunghi gli scivolano fuori da sotto la maschera e gli scendono sulle spalle.Tutti gli altri sono personaggi da film di Browning.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

I commenti sono soggetti a moderazione, per questo motivo potresti non vederli apparire subito.
Ti preghiamo di non usare un linguaggio offensivo ma di esporre le tue idee in maniera civile.