Home > Articoli > Recensioni > FilmMakers al chiostro 2011, le premiazioni della serata finale

FilmMakers al chiostro 2011, le premiazioni della serata finale

FilmMakers al chiostro 2011, le premiazioni della serata finale - 1-225x300
(foto di Donatella Astolfi)

Il festival, iniziato il 12 luglio con la proiezione dei lavori realizzati con il contributo del Premio di Qualità Banca FriulAdria – Crédit Agricole, tra cui l’opera 27:51 di Dalila Rovazzani e Giovanni Munari vincitori della passata edizione, si è concluso martedì 23 agosto durante la quale sono state premiate le varie sezioni di Filmmakers al chiostro.

Miglior cortometraggio Io sono qui, del giovane regista sardo Mario Piredda è l’opera audiovisiva vincitrice della sezione cortometraggi del Festival Filmmakers al Chiostro 2011. Il cortometraggio scelto dal pubblico, è stato premiato nel corso della serata conclusiva presso ex chiostro di San Francesco a Pordenone. Il Festival, organizzato dalla Mediateca Pordenone di Cinemazero, nell’ambito dell’Estate in Città del Comune di Pordenone e con il sostegno di Banca FriulAdria – Crédit Agricole, mira a dare visibilità ai giovani video maker di tutta Italia.

Migliore video-animazione Don’t worry di Giacomo Agnetti, vincitrice del Premio di Qualità Banca FriulAdria – Crédit Agricole, per la valorizzazione dei giovani talenti. La banca fornisce ai vincitori un supporto in denaro per poter realizzare un nuovo prodotto multimediale, atto a promuovere il patrimonio culturale friulano.
Il video vincitore era stato presentato al pubblico il 9 agosto, durante l’originale trasferta di Filmmakers a Piancavallo, nella serata dedicata alle stelle e al CinemaZeroBudget. La video-animazione del giovane Giacomo Agnetti (1) è stata realizzata utilizzando varie tecniche di animazione, ma senza l’ausilio di sofisticati effetti speciali particolarmente costosi.La giuria composta da (curatrice della sezione video animazioni) quest’anno poteva vantare un presidente d’eccezione: Pierre Bourrigault (2) .

FilmMakers al chiostro 2011, le premiazioni della serata finale - jazzer-combo-150x150
jazzer combo

Durante la manifestazione il pubblico ha potuto vedere la sua ultima opera, Jazz’r Combo, un progetto video-musicale di Pierre Bourrigault e Lorenzo Tomio, in cui l’arte e la musica interagiscono tra di loro creando effetti sensoriali e allusivi di forte impatto.

La scelta di premiare il giovane Agnetti è stata giustificata da Bourrigault per il ritmo, la fluidità e il costo esiguo senza intaccare la resa qualitativa del prodotto finale. Caratteristiche apprezzabili e da non sottovalutare quando si realizza una video-animazione di alto livello.

FilmMakers al chiostro 2011, le premiazioni della serata finale - dont-worry-di-Giacomo-Agnetti-150x150
Don't worry di Giacomo Agnetti (foto di Donatella Astolfi)

Nel corso della serata sono stati assegnati anche altri premi tra cui la Menzione speciale Scrivere di cinema per l’opera in grado di raccontare  il mondo dei giovani al cortometraggio Tiro a vuoto, del regista Roberto Zazzara, autore di documentari e fiction per Rai, Mtv, Mediaset. Una storia di bullismo che diventerà protagonista alle premiazioni, nell’ambito di pordenonelegge.it, di Scrivere di cinema – Premio Alberto Farassino, il concorso di critica cinematografica per i giovani promosso da pordenonelegge.it, Cinemazero e il Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani, in collaborazione con MYmovies.it.
Il corto Tiro a vuoto sarà infatti proiettato per gli studenti delle scuole durante le premiazioni e recensito dai finalisti della sezione biennio del concorso.

 

 

Cinemazero/Ufficio Stampa
Piazza della Motta-exConvento S.Francesco
33170 Pordenone
tel. 0434.520404 – fax 0434.522603
e-mail: [email protected]
www.cinemazero.it

filmmakersalchiostro.blogspot.com


Note:
  1. Giacomo Agnetti (1978) diplomato in montaggio cinematografico presso la Scuola di cinema, televisione e nuovi media di Milano, nel 2006 ha fondato la casa di produzione Magicmindcorporation specializzata in animazioni stop-motion e documentari. I suoi cortometraggi hanno ricevuto numerosi premi in diversi festival. 

  2. Pierre Bourrigault, francese ma veneto d’adozione è attivo da più di vent’anni come grafico e  illustratore soprattutto nel campo della moda (Cacharel, Benetton, Diesel). Da alcuni anni segue anche altri progetti che intrecciano fumetti, grafica, animazione e  illustrazione affermandolo come artista completo. 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

I commenti sono soggetti a moderazione, per questo motivo potresti non vederli apparire subito.
Ti preghiamo di non usare un linguaggio offensivo ma di esporre le tue idee in maniera civile.