Home > Articoli > Recensioni > Lilian Browne

Lilian Browne

Lilian Browne - immagine1-550Questo volume, ad opera di , racconta le prime avventure di Lilian Browne, Lily per gli amici. Lilian Browne abita in Irlanda e precisamente a Dublino, e ha il dono della “vista”, o della “seconda vista” se preferite, ossia il potere di vedere quelli che in Irlanda vengono chiamati “faeries” cioe’ le fate e i folletti. Ed in più, come se non bastasse, sua cugina Alice è addirittura fidanzata con uno di questi folletti. Le storie mescolano realta’, illusione, sogni, speranze, delusioni, atmosfere magiche e rimpianti; per tutto il volume c’e’ un’atmosfera strana e intrigante che circonda i personaggi, molto smaliziati. I disegni della Vinci sono diventati ancor più belli e particolari rispetto alle precedenti opere (ricordiamo Una casa a Venezia, Ombre, il bellissmo Guarda che luna ed anche la sua collaborazione con la Bonelli su Legs Weaver). Il volume si divide in sei storie: “Il regno segreto”, “Shoop shoop song (it’s in the kiss)”, “In a mist”, “Piensa en mi”, “Magical Mistery tour”, “Ragazzo triste”. L’unica eccezione è data dalla prima storia “Il regno segreto” che più che un fumetto è un piccolo racconto illustrato. Volendo cercare un piccolo difetto, si può porre una critica al finale di “Piensa en mi”, dal sapore di un po’ troppo “visto”.
A chi piacerà questo volume o a chi lo ha già letto e gradito, ricordo che esiste anche una seconda raccolta di storie intitolata Viaggio sentimentale.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

I commenti sono soggetti a moderazione, per questo motivo potresti non vederli apparire subito.
Ti preghiamo di non usare un linguaggio offensivo ma di esporre le tue idee in maniera civile.