Home > Articoli > Recensioni > Powers: Psicotico, nuova linfa da Bendis e Oeming

Powers: Psicotico, nuova linfa da Bendis e Oeming

Powers: Psicotico, nuova linfa da Bendis e Oeming - powers1Christian Walker e Deena Pilgrim sono una coppia di detective in forza presso il Commissariato di Polizia di New York. Un lavoro impegnativo, soprattutto quando si ha a che fare con criminali dotati di superpoteri e il Governo, con un provvedimento che ha dichiarato illegale l’uso dei poteri, ha costretto al ritiro i “buoni”. La conseguenza è lo scatenarsi di una guerra tra le principali famiglie criminali per il controllo del territorio ed il fiorire del mercato nero degli oggetti in grado di fornire capacità superiori a quelle umane. Oggetti che possono essere rubati, vinti in battaglia, oppure venduti, magari da un supereroe costretto al ritiro e bisognoso di soldi. Questa la premessa da cui si sviluppa Psicotico, nono volume italiano di (il quinto edito dalla Panini). Il ritrovamento del cadavere di Backguard, vigilante di cui si erano perse le tracce da alcuni anni, conduce i due detective alla scoperta di una verità sorprendente, fatta di tradimenti, solitudine, corruzione e  meschinità.

Dopo alcuni cicli di storie nei quali l’intreccio non aveva visto grandi evoluzioni, con l’approfondimento di alcuni dei temi centrali della saga come il rapporto tra superesseri e legalità (Anarchia, Venduti) e il racconto del passato finora misterioso del detective Walker (Per sempre), Bendis imprime un’accelerazione importante alla serie. Negli ultimi due volumi sono molti gli elementi che l’autore introduce, destinati probabilmente a scuotere lo status quo attuale: l’apparizione di una nuova eroina e la trasformazione psicologica e fisica che interessa la partner di Walker, il detective Deena Pilgrim, reduce da esperienze traumatiche.

Powers: Psicotico, nuova linfa da Bendis e Oeming - powers_9_psicotico_panini1

Come sempre l’abilità di Bendis sta soprattutto nel non lasciare al lettore il tempo di “tirare il fiato”, gestendo con grande maestria il ritmo della narrazione. Dialoghi efficaci ed originali, e continui cambi di registro che impediscono di fatto al lettore di fermarsi a riflettere su quanto stia accadendo. L’avvicendarsi delle situazioni è repentino e giocato spesso sull’alternanza di sequenze comiche e momenti drammatici o d’azione, con il risultato di far passare in secondo piano piccoli buchi o alcuni “salti” della sceneggiatura. Da tempo i lettori di Bendis sono abituati (e divertiti) dal ricco campionario di trovate narrative cui lo scrittore attinge: flashback, inserti giornalistici (finte homepage, servizi televisivi), le pagine doppie con i numerosi, piccoli, primi piani in cui il “cittadino comune” dice la propria,  la duplicazione di tavole già apparse in precedenza.

Sul piano grafico, Mike Avon Oeming contribuisce con il suo tratto cartoonesco, corroborato da una colorazione molto sofisticata, al carattere  semi-realistico della serie. La composizione della tavola è estremamente libera, con una ricca gamma di soluzioni non sempre funzionali alla lettura: è frequente il ricorso a tavole doppie che l’impostazione grafica, a volte un po’ caotica, rende non chiare, costringendo il lettore ad un surplus di attenzione nel timore di aver frainteso l’ordine di lettura delle vignette. Inoltre in alcuni casi (come ad esempio alle pagine 6-7 del volume in questione) il baloon è collocato proprio a metà della rilegatura, rendendone impossibile la corretta visualizzazione.

Da segnalare la citazione del Sin City di Miller nel flashback con protagonista Deena nell’ultimo episodio del volume.

Abbiamo parlato di:
Powers: Psicotico
Brian M. Bendis, Micheal Avon Oeming
Traduzione di
2011
184 pagine, brossurato, colori – € 15,00
ISBN : 9788865890042

Riferimenti:
Sito di Brian Micheal Bendis:  www.jinxworld.com
Sito di Micheal Oeming: michaeloeming.com
Sito Panini Comics: www.paninicomics.it

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

I commenti sono soggetti a moderazione, per questo motivo potresti non vederli apparire subito.
Ti preghiamo di non usare un linguaggio offensivo ma di esporre le tue idee in maniera civile.