Home > BreVisioni > Tesori Disney #10: Dragon Lords

Tesori Disney #10: Dragon Lords

Tesori Disney #10: Dragon Lords - tesoridisney_10010Appassionante fantasy Disney, che vede i paperi catapultati in una dimensione alternativa, dove si troveranno coinvolti in una guerra senza quartiere fra umani e morg, una specie (comunità?) che ha soggiogato i pacifici draghi di quel mondo per tramutarli in feroci destrieri da combattimento.
L’azione si svolge secondo i canoni disneyani: in particolare, siparietti comici fanno da intermezzo fra le sequenze più drammatiche e non sono rappresentati eventi tragici. Tuttavia, sono presenti allusioni alla morte, come nel fatto che il piccolo eroe della resistenza Jute sia introdotto come orfano “dopo che i morg hanno messo a ferro e fuoco il suo villaggio” o nella battaglia finale, dove vediamo morg cadere dai draghi in volo. Veniamo inoltre a sapere dallo stesso Cavazzano, intervistato da , che il tono della storia e lo svolgimento di singoli episodi sono stati oggetto di contrattazione fra lui e Erickson, nell’ambito di una intensa collaborazione, dove la reciproca influenza ha dato notevoli frutti, ma ha anche portato il tempo di lavorazione sulla saga ai tre anni circa.
Questo volume raccoglie i tredici episodi della saga Dragon Lords, apparsa originariamente in Italia sulle pagine del mensile Zio Paperone a partire dal 2003. Ottimi e interessanti gli articoli di Boschi e Alessandro Becattini, che narrano la progettazione e realizzazione della saga, travagliata anche dal punto di vista editoriale (proposta da Erickson, successivamente abortita, quindi recuperata), e la inseriscono nel contesto della produzione disneyana.

Abbiamo parlato di:
Dragon Lords (Tesori Disney #10)
Byron Erickson, , Sandro Zemolin
traduzione di
Curatori: Luca Boschi, Alberto Becattini
, 2011
226 pagine, cartonato, colori – 9,90 €
ISBN: 9772035362002

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

I commenti sono soggetti a moderazione, per questo motivo potresti non vederli apparire subito.
Ti preghiamo di non usare un linguaggio offensivo ma di esporre le tue idee in maniera civile.