Home > BreVisioni > La Notte Più Profonda #8

La Notte Più Profonda #8

La Notte Più Profonda #8 - LaNottePiuProfonda8di81Dopo i non morti, i nuovamente vivi. In un’esplosione di Lanterne Bianche finisce La Notte Più Profonda, dove si scatena per recuperare capisaldi dell’Universo DC per porre le basi della nuova continuity.
E se in Crisi Infinita l’autore resettava tutto con un Superman che prendeva a pugni la realtà per cambiarla, ora è il ciclo stesso della vita terrena che viene ribaltato nella sfida finale tra l’Entità e il suo ospite Sinestro contro Nekron e il suo araldo Mano Nera: chi vincerà si prenderà l’intera posta in palio, ovvero il controllo dell’universo.
Johns, continuando a strizzare l’occhio alla silver age DC, crea un fumetto che getta le basi per il futuro di un’intera casa editrice basandosi su eserciti arcobaleno che si picchiano per la galassia mentre degli zombi senzienti cercano di strappar loro il cuore, trovando anche lo spazio per sorprenderci ed emozionarci con questo ultimo numero mozzafiato, con graditi e sgraditi ritorni di coloro che davamo ormai per dimenticati, con colpo di scena finale che rimette tutto nuovamente in gioco.
tocca vertici di pura perfezione, sigillando con un paio di splash page corali da brivido un numero scalfito, ancora una volta, dal piattume dei colori di Alex Sinclair, che riescono ad acquisire vita propria solo in copertina, e dai numeri di Green Lantern Corps ancora inediti a dicembre e in continuity posti antecedentemente ai fatti qui narrati. Dopo un anno di nero e di morte… la vita torna a risplendere. A qualsiasi prezzo.

Abbiamo parlato di:
La Notte Più Profonda #8
Geoff Johns, Ivan Reis
Traduzione:
Planeta de Agostini, dic. 2010
48 pagine, spillato, colori – 3,95€
ISBN: 978-84-67488-28-9

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

I commenti sono soggetti a moderazione, per questo motivo potresti non vederli apparire subito.
Ti preghiamo di non usare un linguaggio offensivo ma di esporre le tue idee in maniera civile.