BreVisioni

Cla$$war #1 (Williams, Hairsine)

immagine1-1891

Cla$$war #1 (Williams, Hairsine) - immagine1-189La Com.X è una giovane casa editrice inglese con un progetto serio e promettente, che la ha ben pensato di importare in Italia. Cosi’, dopo il numero 0 de Il cielo tra i rami del talentuoso Joshua Middleton (Meridian con Barbara Kesel per la Crossgen), pubblica il primo numero di questa miniserie, Cla$$war (da notare l’uso del simbolo del dollaro al posto della “S”), scritto da Rob Williams e disegnato da . Disegnatore questo da tenere d’occhio, visto che ha talmente ben impressionato in questa sua prima opera, da essere scelto come successore di John Cassaday dalla Marvel per il rilancio di Capitan America.
Nell’editoriale dell’albo vengono giustamente citati gli esempi principali dell’attuale “revisionismo” del supereroe, Authority e Ultimates di Mark Millar, revisionismo del quale Cla$$war fa parte a pieno titolo, dimenticando forse di citare un’altra opera con la quale ci sono molti punti di contatto, Rising Stars di Michael Straczynski, soprattutto per quanto riguarda l’approfondimento dei personaggi.
Da tutte queste opere Williams e Hairsine prendono il meglio, riuscendo ad aggiungere novità ed originalità al tema. Cla$$war è ambientato in una nazione americana che sembra essere sul punto di collassare su se stessa, dopo che American, supereroe simbolo della nazione e capo del super-gruppo Enola Gay, apre gli occhi sulle bugie e sulle meschinità di coloro per cui ha lavorato, decidendo di fare lo stesso con il popolo americano, ingannato ed inconsapevole di cosa il presidente, o chi veramente comandi, faccia alle loro spalle.
Nonostante alcuni punti dove la trama non è molto lineare, ed un lettering piuttosto infelice sebbene fedele all’originale, Cla$$war è una proposta matura e ben congeniata, che non mancherà di piacere sia ai cultori degli “eroi in calzamaglia”, sia a coloro in cerca di una lettura “matura”.

Abbiamo parlato di:
Cla$$war #1
Rob Williams,
, 2003
esaurito

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio