Recensioni

David Murphy 911: l’action secondo Roberto Recchioni

David Murphy 911: l'action secondo Roberto Recchioni - image_gallery1-230x300
copertina di Gabriele Dell'Otto

La famosa legge di Murphy non è altro che un insieme di detti e credenze popolari a carattere umoristico/pessimistico creata da Arthur Bloch (1) , scrittore e umorista statunitense. La legge principale dice: “ Se qualcosa può andare male, lo farà“.
Proprio da questa frase prese spunto per creare la mini serie di quattro numeri David Murphy 911 pubblicata nel 2008, con protagonista un uomo comune chiamato non a caso, appunto, David Murphy. Ora, a distanza di qualche anno dalla sua prima uscita, ci viene riproposta l’intera mini serie in un unico e corposo volume.

L’eroe di questa avventura è un coraggioso pompiere ausiliario che divide le sue giornate in compagnia della moglie Sharon, finché un giorno viene chiamato al capezzale del padre che lo abbandonò in tenera età. Scopre così che la dinastia dei Murphy è sotto la minaccia di un antica maledizione cinese, di cui proprio David dovrà farsi carico alla morte del genitore. Peccato che questa maledizione trasformi il nostro eroe in un catalizzatore di catastrofi che lo costringe ad un lungo viaggio verso casa costellato da piogge di meteoriti, calamari giganti e multinazionali interessate alle sue particolari abilità.

David Murphy 911: l'action secondo Roberto Recchioni - david-murphy-911-216x300Recchioni costruisce quasi interamente questo suo lavoro sullo stile degli spettacolari disaster movie americani tutti testosterone ed effetti speciali, lanciando il suo protagonista in una sequenza di situazioni inverosimili e creando un fumetto completamente dedito all’azione, che riesce comunque a tenere il lettore interessato fino alla fine.
Peccato che ne risentano ampiamente le caratterizzazioni di quasi tutti i personaggi, che risultano essere troppo stereotipati e classici, a partire dall’eroe senza macchia e sempre pronto alla battuta, che viene sistematicamente aiutato da persone  sconosciute ma che risulteranno per sempre cambiate dopo averlo incontrato.
Gli stessi cattivi sembrano usciti da un vecchio film di 007, con tanto di Bond girl e capo supremo che risulta un tantino ridicolo.
Inoltre Recchioni, come nei suoi precedenti lavori, infarcisce la sceneggiatura con un uso eccessivo di citazioni filmiche e fumettistiche, che ne appesantiscono la lettura e che difficilmente saranno colte dal lettore occasionale.

Ottimo il lavoro di , sempre a suo agio con i personaggi, che per tutto il volume ci regala tavole dettagliate, dinamiche e dal tratto molto preciso, che culminano in alcune illustrazioni a tutta pagina veramente notevoli.

Completa il volume il “manuale di sopravvivenza di Murphy“, che sarebbe poi il numero zero della serie, contenente tra le altre alcune belle illustrazioni di e .

Per chi ama il fumetto d’azione rimane un acquisto obbligato, e per tutti gli altri, visto anche il prezzo contenuto, una lettura comunque piacevole.

Abbiamo parlato di:
David Murphy 911 Collection
,
PaniniComics, 2010
400 pagine, brossurato, bianco e nero – 9,00€
ISBN: 9788863468632

Riferimenti:
: www.paninicomics.com
Roberto Recchioni, il blog: prontoallaresa.blogspot.com


Note:
  1. Arthur Bloch su wikipedia.it it.wikipedia.org/wiki/Arthur_Bloch 

1 Commento

1 Commento

  1. Giuseppe Saffioti

    Giuseppe Saffioti

    1 ottobre 2013 a 12:45

    non era un calamaro gigante! ma un calamaro Colossale ! ^^

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio