Smiley face
Nuvole di celluloide

Il futuro di Jesse Quick, la fine dei Moonbot Studios

Il personaggio di Jesse Quick in The Flash, il destino dei Moonbot Studios, celebre società di animazione, e il merchandise di Doctor Strange.

: il futuro di Jesse Quick

Intervistata nei giorni scorsi da CBR, l’attrice , che nel serial interpreta dalla scorsa stagione il ruolo di Jesse Quick, ha parlato dell’evoluzione del suo personaggio, divenuta una velocista e attualmente addestrata dall’eroe di Central City.

Conoscevo poco o nulla del mio personaggio o che sviluppi avrebbe avuto. Quando ho fatto il provino, in realtà non sapevo nemmeno chi fosse Jesse Quick. Quando ho avuto la parte, mi hanno detto, “Oh, a proposito, questo è quello che devi interpretare.” Andai a prendere alcuni fumetti e ho letto quanto più potevo su di lei. Per quanto riguarda questa stagione, ho ricevuto una telefonata che mi diceva: “Ehi, vogliamo che ritorni per questi episodi.” La settimana successiva ho ricevuto il copione che mi hanno inviato e ho pensato: “Sta succedendo davvero”.
Ho aspettato questo momento sin dal quinto episodio della scorsa stagione. Quando ho letto i fumetti, pensavo “Sarà fantastico.” Non è successo per tutta la stagione. Le aspettative dei fan sono decisamente cresciute. In ogni episodio ho sperato che fosse finalmente arrivato il momento. Essere una velocista è così fico.

Non sono sicura di quanto Wally sia veloce, ma sicuramente credo che lei sia più lenta di Barry in questo momento. Vedremo cosa succederà in futuro. Jesse ha appena ricevuto i suoi poteri e sta ancora imparando. Sono entusiasta di vedere dove va e quanto veloce possa diventare, forse più di Barry.
Ovviamente, lei è giovane e ha i suoi poteri e vuole aiutare le persone. Penso anche che si affronti delle situazioni senza riflettere. Nell’episodio “The New Rogues,”  si vedrà che è un po’ troppo imprudente.

L’attrice ha poi parlato del rapporto tra il suo personaggio e Wally West (Keiynan Lonsdale), sottolineando gli elementi che i due hanno in comune.

Povero Wally. Lui vuole solo un po’ di velocità. Lo capisco, però. A entrambi è accaduta la stessa cosa. Sa che è destinata ad averla. Lui sente questa gelosia. Speriamo che venga a patti con essa, perché Jesse e Wally si piacciono. Quella sensazione che lui sia geloso crea questa strana atmosfera. Spero che lui stia bene con tutto questo, ma lo capisco. Se fosse il contrario, Jesse si sentirebbe allo stesso modo.
Per quanto riguarda la direzione in cui i due personaggi stanno andando, questo ha molto senso. Entrambi sono arrivati in questo mondo, e nel team Flash, allo stesso tempo. Erano più giovani e non conoscevano davvero nessuno. Ha senso che si siano trovati l’uno con l’altra. Parlando con Andrew Kriesberg e Greg Berlanti un po’, so che questa cosa non era prevista. Hanno visto entrambi sullo schermo e hanno pensato “Okay, questo potrebbe forse funzionare”. E’ interessante come funziona la TV. La gente vede quello che hanno filmato e gli piace, ed è così che la storia cambia.
Mi piacerebbe essere parte della squadra e combattere il crimine. Sarebbe interessante farlo anche su Terra-2. Mi piace la serie e lavorarci. Ogni episodio che faccio, mi rende sempre più una fan.

In un’altra intervista, sempre concessa a CBR, a parlare del serial è stato l’attore Grey Damon, che ha esordito nello show con il ruolo di Sam Scudder/Mirror Master, uno dei classici avversari del velocista scarlatto. Nell’intervista, Damon ha evidenziato come si è preparato alla parte.

C’era David Cassidy nell’originale serie live-action di “Flash”. E’ stato qualcuno a cui ho guardato come riferimento perché è sempre bello tornare all’originale. Sono andato nei negozi di fumetti di Vancouver, e di nuovo qui a Los Angeles. Quando andavo per fare un po’ di ricerche, i proprietari avevano visto la notizia che avevo ottenuto il ruolo di Mirror Master. Erano così gentili da farmi guardare i vecchi fumetti, gli originali. La maggior parte dei proprietari di negozi di fumetti hanno una o due versioni con il Mirror Master originale perché sono collezionisti. Ho fatto un sacco di ricerca su google. Ho guardato tutto, dalla versione dei “Super Amici” indietro fino agli anni ’60.

Mirror Master è Sam Scudder. E’ un ragazzo davvero intelligente. La verità è che non ha un passato ben definito. Dalle informazioni di cui disponiamo non sappiamo molto di Sam Scudder. E’ un rapinatore di banche che in seguito viene bloccato in questo mondo di specchi, a causa di un incidente. Ci sono una varietà di versioni di Mirror Master. L’originale viene bloccato in un mondo specchi mentre è in carcere. Si apre accidentalmente questo regno di specchi e sviluppa questi poteri.
Dal punto di vista per cui Flash e io siamo in conflitto, fondamentalmente il nostro Sam Scudder è qualcuno che cerca di ottenere ciò che pensa di meritare. La vita è sempre stata difficile per lui.
Abbiamo parlato di un ritorno di Mirror Master. Tutti amano i Nemici e mi auguro che tutti amino Mirror Master. Spero che possa inserirsi in quella squadra. Nel mondo della televisione, le cose possono funzionare. Altre volte è “Non potrebbe andare bene.”. Io non so cosa si otterrebbe avendo tutti i Nemici che collaborano insieme. Da quel che so, si vuole veramente che Mirror Master diventi un personaggio ricorrente, ma, onestamente, non si sa mai.

Il futuro di Jesse Quick, la fine dei Moonbot Studios

La fine dei Moonbot Studios

Il quotidiano The Shreveport Times ha riportato nei giorni scorsi che Moonbot Studios, famosa società di animazione che ha realizzato popolari cortometraggi come The Fantastic Flying Books of Mr. Morris Lessmore, vincitore nel 2012 del Premio Oscar, sarebbe vicina alla chiusura o alla vendita.
L’articolo del giornale indica che già 70 dipendenti sarebbero stati licenziati, aggiungendo che i lavori all’interno del reparto di animazione sarebbero stati eliminati, ipotizzando una prossima vendita dell’azienda o un suo trasferimento in un’altra posizione.
In base ad accordi sulla non divulgazione di informazioni, firmati dai dipendenti al tempo della loro assunzione, al momento non è possibile avere dettagli sulla situazione, ma il sito Cartoon Brew ipotizza, citando alcune fonti, che i Moonbot Studios sarebbero stati acquisiti da Magic Leap, startup statunitense dietro l’ideazione di un innovativo visore per immagini 3D.
Ad accreditare questa ipotesi, sostenuta sempre dal sito di animazione, è il fatto che il fondatore di Magic Leap Rony Abovitz, sia un follower su twitter di Moonbot e del suo co-fondatore Brandon Oldenburg, il quale su un post pubblicato tempo fa su Reddit aveva identificato Magic Leap come tra le cose nella sua agenda nel prossimo futuro.
Altri lavori degni di nota di questa società sono Taking Flight, The Numberlys e soprattutto The Boy Who Learned to Fly, cortometraggio sull’atleta Usain Bolt che è stato presentato all’inizio di questo mese come parte del New Orleans Film Festival 2016.
La società ha inoltre svolto un ruolo molto importante nella produzione di Rise of the Guardians per la Dreamworks nel 2012, e per lungo tempo i suoi dirigenti hanno coltvato la speranza di produrre un proprio lungometraggio d’animazione.

Disney Consumer Products, in vista dell’uscita di negli USA il prossimo 4 novembre, ha rivelato alcuni dei licenziatari che hanno realizzato prodotti legati alla pellicola diretta da e interpretata da .
I punti salienti del merchandise comprendono un Sanctum Sanctorum del protagonista realizzato in LEGO, statuine della Funko POP!, una linea di abbigliamento ideata da Mad Engine, alcune action figure della Hasbro,  l’albo da colorare della Marvel Color Your Own Doctor Strange e Doctor Strange Vol. 1: The Way of the Weird.
Rubie’s Costume, azienda legata ai Marvel Studios da alcuni anni, farà debuttare nuovi costumi ispirati al film, mentre i licenziatari C-Life, Freeze, Mighty Fine e Hybrid lanceranno una linea con numerose varietà di capi di vestiario.
A questa vasta compagnia si aggiungeranno anche gli accessori realizzati Bioworld, Sprayground, Berkshire, New Era e Salesone.Il film Doctor Strange si appresta ad essere una misteriosa avventura, ricca d’azione e siamo entusiasti di debuttare con un programma di merchandising che cattura con successo la natura mistica del franchise – ha dichiarato Paul Gitter, vice presidente senior del settore licenze di Marvel/DCP – I fan dello Stregone Supremo avranno una serie di opzioni da scegliere tra cui abbigliamento e accessori, giocattoli e oggetti da collezione, perfetti per mostrare il loro amore per il Dottor Strange.
Il futuro di Jesse Quick, la fine dei Moonbot Studios

Stephen Root è entrato nei giorni scorsi nel cast di The Empty Man adattamento cinematografico del graphic novel scritto da e disegnato da Vanesa R. Del Rey pubblicato dai BOOM! Studios, prodotto dalla Fox e interpretato da .
La pellicola, scritta e diretta da David Prior, è incentrata su un ex poliziotto afflitto dalla morte violenta della moglie e del figlio che combatte per trovare una ragazza scomparsa. Root impersonerà la parte del carismatico leader del culto che è sospettato di essere legato alle misteriose sparizioni.
Il futuro di Jesse Quick, la fine dei Moonbot Studios

The Walking Dead

 Next Games e AMC hanno realizzato una speciale applicazione mobile di The Walking Dead collegata alla settima stagione attualmente in onda sul network USA. In tempo reale, i fan dello show potranno sbloccare nuovi personaggi giocabili così come appaiono nello show, oltre a bonus e video dietro le quinte che saranno visibili sul gioco The Walking Dead: No Man Land.
Un gioco e uno show tv non sono stati mai integrati in questo modo prima, e lo dobbiamo al supporto incredibile che The Walking Dead: No Man Land ha ricevuto nel corso del suo primo anno – ha dichiarato Teemu Huuhtanen, CEO di Next Games.
Siamo entusiasti di lavorare con AMC per espandere le connessioni tra il mondo della serie tv e questo gioco, dando agli appassionati un’esperienza continua che rimanga fedele allo spettacolo che amano.
Il futuro di Jesse Quick, la fine dei Moonbot Studios

The Girl Who Drank The Moon

Fox Animation ha acquisito nei giorni scorsi i diritti del romanzo per bambini The Girl Who Drank The Moon, scritto da Kelly Barnhill, per realizzarne un adattamento animato il cui script vedrà all’opera Marc Haimes, che ha recentemente lavorato alla sceneggiatura di Kubo e la Spada Magica.
Il regista Carlos Saldanha (Rio) e Maresa Pullman produrranno il progetto, che dovrebbe essere un ibrido tra live action e animazione, tramite la BottleCap Productions, mentre Darlene Caamano Loquet e la presidente di Fox Animation Vanessa Morrison saranno produttori esecutivi.
Il romanzo vede la popolazione di una terra chiamata Protettorato lasciare un bambino come offerta a una strega che vive nella foresta, nella speranza che il sacrificio le impedirà di terrorizzare la città. Ma il problema è che questa è una strega Xan, che condivide la sua casa con un mostro della palude, Glerk, e un piccolo drago chiamato Fyrian.
Quando i cittadini abbandonano i bambini, Xan li salva e li sistema con delle famiglie amorevoli dall’altra parte del bosco. Mentre viaggia attraverso la foresta con loro, li nutre con la luce delle stelle finché una notte alimenta accidentalmente una bambina con il chiaro di luna, cosa questa che le dona una magia straordinaria. Xan decide di tenere la bambina e chiamarla Luna. Ma, al suo compleanno per i 13 anni, la sua magia comincia ad affiorare con conseguenze potenzialmente pericolose.
Il futuro di Jesse Quick, la fine dei Moonbot Studios
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio