Segnalazioni

Dopo Charlie Hebdo, minacce anche a Le Canard enchaîné

une_canard_13012015-S

Anche Le Canard enchaîné, altro storico settimanale satirico francese, sarebbe sotto minaccia.
Il direttore di redazione Jean-Marie Horeau ha raccontato a France Info che il giornale ha ricevuto diverse preoccupanti mail: il messaggio più preciso è arrivato giovedì 8 gennaio, all’indomani dell’attentato a Charlie Hebdo, assicurando che era giunto “il loro turno”.
«Tenuto conto di quello che era successo il giorno prima, abbiamo trasmesso al procuratore della Repubblica questa mail che ci prometteva di tagliarci con un’ascia. E lui ha pensato che la minaccia andasse presa seriamente». Horeau riconosce che «in altre circostanze, non ci saremmo preoccupati più di tanto. Di colpo, abbiamo una protezione rafforzata davanti alla nostra porta. E anche davanti alla porta della nostra tipografia. Le minacce vanno prese con la giusta distanza. Tra paranoia e disinvoltura bisogna trovare la giusta distanza…».

La redazione ha deciso di uscire comunque in edicola come tutte le settimane, con un numero quasi interamente consacrato alla tragedia del Charlie. La prima pagina di mercoledì 14 gennaio ospita in particolare un sentito omaggio a Cabu – che aveva lavorato per diversi anni proprio a Le Canard – con un disegno dello stesso vignettista e l’apertura “Il messaggio di Cabu: Andiamo ragazzi, non lasciatevi abbattere!”. Gli altri titoli sono in pieno stile Canard: “Uno per tutti, tutti Charlie!”, “Da morir dal ridere”, “Il kalashnikov o l’ascia?”, “L’ora è tragica, ridiamo!”. Nel comunicato sulla strage, la redazione aveva già espresso il suo shock per i recenti fatti e in particolare per la perdita di Cabu, “uno di noi”, garantendo aiuto per far sopravvivere .

Le Canard enchaîné è una delle più antiche testate della stampa francese. Fondato nel 1915, è un caso unico grazie alla sua commistione di giornalismo d’inchiesta, satira e illustrazione volta a denunciare gli scandali pubblici francesi. Privo di pubblicità per evitare influenze esterne, è molto popolare in patria dove ha una tiratura di circa 400.000 copie. Oggi il successo di vendita dell’ultimo numero del ha premiato anche Le Canard, che è andato a ruba nelle edicole d’Oltralpe.

Dopo Charlie Hebdo, minacce anche a Le Canard enchaîné - une_canard_13012015-S

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio