BreVisioni

Diabolik Anno XLVIII #8

di e
, ago. 2009 – 130 pagg. b/n bros. – 2,00euro
Con questo albo la testata arriva a 750 episodi della serie regolare, una cifra ragguardevole che non lascia dubbi sull’enorme successo raccolto nella sua storia dal criminale dagli occhi di ghiaccio. La storia, scritta da per i disegni di , è l’ennesima dimostrazione di quante rigide regole di sceneggiature vigono sulla testata creata dalle sorelle Giussani. Infatti, anche uno dei più brillanti sceneggiatori di tutta la scena italiana, è costretto a rendere impersonale il suo lavoro e ad inserirsi nei rigidi canoni “diabolici”. Dai dialoghi non traspare nulla dei precedenti lavori più personali dell’autore romano, in cui si vedevano il suo amore per il citazionismo e per i film d’azione. Recchioni mostra pero’ in questo modo la sua professionalità e il suo sapersi inserire anche in gabbie maggiormente costrittive. La storia ha un ritmo molto sostenuto, e ci trascina in una vicenda di ricatti e tradimenti, dove Ginko e saranno costretti (per l’ennesima volta) ad allearsi e a mostrarsi un reciproco rispetto che probabilmente loro stessi vorrebbero rimanesse celato. Una storia in puro stile , quindi. Come in puro stile “diaboliko” sono i disegni della vera e propria colonna portante della serie. Il suo tratto è pulito, chiaro, appropriato. Se cercate le novità non è una testata che fa per voi, ma è sicuramente un prodotto ben fatto. Ottima ed accattivante anche la confezione dell’albo, allegato al quale si può trovare anche una spilletta da collezione. (Salvatore Cervasio)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio