BreVisioni

Wolverine #235

di AA VV
Panini Comics, lug. 2009 – 80 pagg. col. spil. – 3,30euro

Prima flessione per Old man Logan: dopo i primi, interessanti capitoli iniziali, l’atteso episodio che doveva svelare i retroscena della “svolta pacifista” di Wolverine si rivela piuttosto prevedibile e banale. Un piccolo incidente di percorso comunque assai tollerabile: la nuova run di si sta rivelando, grazie anche al caratteristico tratto di McNiven, una piacevole lettura. Discorso differente per Wolverine Origins, che presenta qui il prologo di Original sin. I pochissimi episodi della serie che ho letto sinora non sono riusciti ad appassionarmi e anche quest’ultimo, nonostante un balzo nel passato sino ad un celeberrimo episodio della vita del mutante artigliato, lascia il tempo che trova, con un poco di azione annacquato da tante, troppe didascalie che mal si adattano al personaggio di Logan. Way ai testi, un buon Deodato, tutto sommato, ai disegni. Chiudono l’albo un superfluo racconto tratto da X-Men: Manifest Destiny e il secondo numero della nuova serie di Deadpool, legato a Secret Invasion: nuovamente Way ai testi, accompagnato questa volta dal segno cartoonesco di Medina che ben si adatta allo spirito vagamente Looney Toons dell’episodio. Qualche buona battuta e un differente approccio all’invasione aliena, ben distante dai toni drammatici visti su altre testate. Speriamo che il tutto si evolva prepotentemente in un nuovo corso per questo personaggio le cui grandi potenzialità sono da tempo malamente sfruttate. (Mattia Signorini)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio