BreVisioni

Secret Invasion #6

immagine1-54471

Secret Invasion #6 - immagine1-5447di AA VV
Panini Comics, lug. 2009 – 48 pagg. col. bros. – 3,00euro
A soli due numeri dalla fine della sua opera più ambiziosa, Brian M. Bendis prova a giocarsi la carta della riunione di tutto il Marvel Universe in una New York distrutta dalla battaglia finale contro gli Skrull. Purtroppo anche questo numero è decisamente sottotono: a soffrire stavolta sono in particolare i dialoghi, che sono stati in passato una delle peculiarità positive di Bendis . La maggior parte dei discorsi tra i personaggi appare banale, con poco mordente, spento. E, viste le due splash page finali, nessuno ci toglie il dubbio che il prossimo numero sarà solo una lunga scazzottata. Speriamo più brillante di quest’albo, che fallisce anche nel cercare di dare voce per una volta ai cittadini di New York, che appaiono solo degli invasati senza approfondimento psicologico. Meglio i disegni di Yu che si diverte molto a ritrarre anche personaggi del Marvel Universe finiti nel dimenticatoio, come Howard il Papero. Un po’ inferiore rispetto ai primi due anche il terzo numero di “Secret Invasion: Front Line”, numero decisamente di passaggio verso il finale. Anche Reed come Bendis fallisce, sebbene in misura molto minore rispetto al collega, nel tratteggiare le reazioni dei civili all’invasione aliena (gli stereotipati Rolling Seven). Ancora su buoni livelli i due italianissimi Castello & Ciardo responsabili della parte grafica dell’albo. (Salvatore Cervasio)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio