BreVisioni

Aya di Yopougon #1

di Marguerite Abouet e Clement Oubrerie
Lizard, 2009 – 112 pagg. col. bros. – 15,00euro
Al di là della qualità artistica di questo fumetto, il pregio principale che gli va riconosciuto è quello di di mostrare la vita quotidiana di un’Africa lontana dagli stereotipi della nazione povera, dilaniata da guerre e malattie, dall’immaginario di bambini denutriti e grassi dittatori, come giustamente sottolineato dall’introduzione di Anna Gavalda. Merito dell’esperienza di prima mano dell’autrice, originaria di Abidjan, che racconta con spontaneità e leggerezza le vite di un gruppo di ragazzine adolescenti originarie di Yopougun, piccolo paesino della Costa d’Avorio; Aya, che ha l’onore di intitolare questa serie, è infatti almeno in questo primo volume solo una co-protagonista, o meglio una protagonista sottotraccia, che non emerge ma che è importante come motore e collante degli altri personaggi. Il tratto rotondo di Oubrerie dona naturalezza e fluidita’, offre il giusto tocco di sensualità alle ragazze in cerca dei loro primi amori e il supporto necessario al tocco ironico che pervade queste pagine. Un ottimo prodotto che merita attenzione. (Ettore Gabrielli)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio