BreVisioni

Citta’ 14

di Pierre Gabus e Romuald Reutimann
, 2009 – 288 pagg. b/n bros. – 14,95 euro
Non capita tanto spesso di imbattersi in fumetti che si allontanano dai generi tradizionali per mescolarli e ricrearli in maniera originale, e quando succede è sempre una gran bella scoperta. E’ il caso di “Città 14”, inizialmente uscito in Francia in 12 albi al prezzo di appena 1 euro cadauno, e da poco tradotto anche in italiano. In una suggestiva atmosfera hard-boiled arricchita da elementi fantastici, in cui convivono animali antropomorfi, umani ed alieni, un elefante in fuga da un misterioso passato sbarca come emigrante nella Città del titolo. Qui trova subito il suo prossimo compagno di avventure, un castoro reporter d’assalto che lo coinvolgerà in variegate vicende alle prese con malavitosi, ricatti, attentati, supereroi corrotti, gang di girini, medium, gatti volanti e chi più ne ha più ne metta. La sceneggiatura fila via liscia, veloce ed appassionante, come nella migliore tradizione delle classiche strip d’avventura americane, ed anche i disegni ricordano un po’ quei modelli, almeno per quanto riguarda il dinamismo delle composizioni e l’essenzialità del segno, che pure ci restituisce personaggi caratterizzati in modo molto incisivo. Unica nota negativa per l’edizione italiana, che non riserva nemmeno una riga alla presentazione della storia e degli autori.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio