BreVisioni

Devil & Hulk #148

di AA VV
Panini Comics, apr. 2009 – 80 pagg. col. spil. – 3,30euro
e Fred Van Lente rompono gli indugi abbandonando il fraseggio interlocutorio dell’episodio precedente, dimostrando quanto di buono si possa fare con personaggi non precisamente di primo piano. Lontani dall’occhio del ciclone dell’offensiva Skrull, Ercole e la sua squadra di eroi a bordo di un vascello, che ricorda la nave Argo, remano verso l’ignoto addentrandosi nella dimensione di Incubo, il malvagio sovrano del “tempo del sogno”. La loro missione: cercare l’accesso al Pantheon Skrull, composto da divinità considerate responsabili dei piani d’invasione per motivi religiosi. Dialoghi pungenti, toni epici e avventurosi uniti alla perfetta interazione degli interpreti, sottolineano l’ottimo lavoro di sceneggiatura svolto dagli autori per questa seconda uscita. All’ampio respiro della trama si aggiunge il lavoro grafico di Rafa Sandoval che alterna tavole di pura azione e inquadrature giocate sull’espressività dei protagonisti, inseriti in scenografie che rendono alla perfezione la cupa dimensione onirica. Qualitativamente inferiori le vicende legate al Rulk rosso, offerte dalla coppia LoebMcGuinness. Pagine di puro intrattenimento, grottesche e rocambolesche, dedicate a sterili e violente scazzottate ma non prive di divertimento. Continua, invece, l’ottimo lavoro di Brubaker e Rucka ai testi del Diavolo Rosso, nell’ultimo atto della corsa contro il tempo per salvare un innocente dall’esecuzione capitale, illustrata dagli impeccabili Lark e Gaudiano. Chiudono l’albo le interviste di Sloan, giornalista alla ricerca della verità sulla genesi di Hulk, di Stern, Howard e Hamscher. (Ferdinando Maresca)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio