Home > BreVisioni > Iron Man & I Potenti Vendicatori #13

Iron Man & I Potenti Vendicatori #13

di AA VV
Panini Comics, apr. 2009 – 96 pagg. col. Spil. – 3,80euro
Parte in questo numero la pubblicazione della nuova serie dedicata a Iron Man firmata da e Salvador Larroca con un episodio che lascia ben sperare, dato il buon livello dei testi – con ottimi spunti legati sia alla complessa personalità di Tony Stark, sia al risvolto tecnologico delle sue avventure – e grazie anche ai disegni di un Larroca in ottima forma. Se già questo è un ottimo motivo per spendere i pochi euro del prezzo dell’albo, non possiamo dimenticare che il piatto portante è costituito dall’episodio dei Potenti Vendicatori legato mani e piedi a Secret Invasion. I riflettori sono puntati questa volta su e su come le sue già note turbe psichiche prendano una brutta piega proprio a causa dell’invasione Skrull. Sono di notevole interesse anche le pagine dedicate ad alcuni risvolti del complotto alieno, come il racconto di un meeting clandestino con gli omologhi skruliani di Jarvis, Elektra, , Hank Pym in cui Bendis sfoggia tutta la sua abilità nella scrittura di dialoghi sempre credibili e intelligenti. E’ qui che sta la forza del suo lavoro. Guarda caso è proprio in queste poche pagine che troviamo le cose più interessanti e i veri punti di svolta dell’intera saga. Peccato per la qualità dei disegni di Khoi Pham e delle chine di Danny Miki, piatti, scialbi, impersonali: assolutamente non all’altezza. Completa l’albo una tiepida storia del redivivo War-Machine, che si prende carico della testata “Iron Man Director of S.H.I.E.L.D.” firmata da Christos Cage e Sean Chen e una discreta storia tratta da “What if…?” legata ad Annihilation di David Hine ai testi e di Suayan/Kayanan ai disegni. (Alberto Casiraghi)

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

I commenti sono soggetti a moderazione, per questo motivo potresti non vederli apparire subito.
Ti preghiamo di non usare un linguaggio offensivo ma di esporre le tue idee in maniera civile.