BreVisioni

Sette vol. 5 – Sette guerriere

di Michael le Galli e Francis Manapul
Planeta De Agostini, feb. 2009 – 64 pagg. col. cart. – euro 8,95
Mi da sempre un po’ fastidio parlar male di un fumetto, ma questo Sette guerriere non lascia molta altra scelta. Mi aveva incuriosito il fatto che le protagoniste fossero sette combattenti Sarmate, popolazione di donne guerriere incarnanti il mito delle Amazzoni, raro esempio di società femminile dell’antichita’, e il fatto che il volume fosse incelofanato ha di certo giovato all’acquisto, dato che la sola prima pagina, una scena di sesso che ricorda fin troppo da vicino molti incipit hollywoodiani, sarebbe stata sufficiente a suscitare parecchie perplessita’. Di fatto la storia, incentrata su una missione di vitale importanza affidata alle sette Sarmate anziche’ agli altri mercenari di sesso maschile assoldati per la difesa del piccolo regno di N’Nas Amon, lascia abbastanza a desiderare, caratterizzata da mancati colpi di scena e da un’irreale sequenza alla Tomb Raider decisamente fuori luogo. Il finale, poi, unica vera sorpresa (forse) dell’intera vicenda, banalizza completamente l’inusuale scelta di affidarsi alle sette donne anziche’ a uomini in una società declinata esclusivamente al maschile. Alla carente trama imbastita da le Galli fanno da contraltare le illustrazioni di Manapul che, pur penalizzate dalla lunga ambientazione sotterranea, non riescono a convincere completamente. Evitabile. (Mattia Signorini)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio