Home > BreVisioni > X-Men Deluxe #170

X-Men Deluxe #170

di AA VV
Panini Comics, giu. 2009 – 96 pagg. col. bros. – 3,80euro
L’unico episodio veramente collegato a Secret Invasion è quello di “X-Factor” che apre l’albo. Si tratta infatti di un crossover che proseguirà in Fantastici Quattro #247 per poi concludersi nel prossimo numero di questa rivista. riesce a integrare le trame della “sua” storia in quella dell’invasione Skrull con una certa intelligenza. Ma quello che più conta è che riesce a mantenere la brillantezza nel parlare di risvolti sociali e integrazione etnica narrando le avventure di personaggi che sollevano automobili (o compiono altre imprese sovrumane) con disinvoltura. Buoni i personalissimi disegni di Larry Stroman, già partner di David in una precedente versione della serie. Come detto, nel resto del brossurato i riferimenti al crossover Marvel dell’anno sono nulli o quasi. Per esempio nei sontuosi “Astonishing X-Men” di Ellis e Bianchi ci sono alcune battute nei dialoghi che potrebbero alludere a skrull sotto copertura, ma restano per ora delle illazioni. è quel che e’, ma non è al top della forma, mentre evidenzia i consueti limiti (pur avendo una tecnica sopraffina) nello storytelling e nella staticita’. La chiarezza e il dinamismo della sequenzialità vengono poste in secondo piano rispetto all’effetto scenico, all’inquadratura ardita, al taglio cinematografico delle vignette. Tutti aspetti che sono senz’altro positivi in un’illustrazione o in una copertina, ma non lo sono nella pagina di un fumetto dove la rappresentazione dell’illusione del movimento dovrebbe essere preminente. Si prosegue con la tenebrosa e drammatica X-Force di Kyle & Yost/Crain, abbastanza intrigante e interessante. Si chiude con Young X-Men di Guggenheim/Paquette. Buone caratterizzazioni dei personaggi, discreti dialoghi, morale un po’ fiacca e scontata risollevata da ottimi disegni. (Paolo Garrone)

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

I commenti sono soggetti a moderazione, per questo motivo potresti non vederli apparire subito.
Ti preghiamo di non usare un linguaggio offensivo ma di esporre le tue idee in maniera civile.