Scrivere di fumetto

“I demoni di Mike Mignola”. Valentino Sergi analizza l’opera di un maestro dei comics

Copertina

È sempre difficile fare la recensione di un testo critico, poiché recensire è anche fare critica. La critica della critica non è sempre pratica facilissima, "I demoni di Mike Mignola". Valentino Sergi analizza l’opera di un maestro dei comics - Copertinaessendo soggetta a limitazioni più o meno ovvie nel giudizio. La soluzione che ho scelto è di fare con voi un breve percorso, descrivendo succintamente l’opera e i suoi risultati. I demoni di , di cui abbiamo proposto anche un’anteprima per gentile concessione dell’autore e dell’editore, è una biografia ragionata di , uno dei più grandi autori di fumetti statunitensi, probabilmente del mondo, viventi. Si presenta con una divisione per capitoli corrispondenti alle fasi salienti della carriera dell’artista, utilizzando un linguaggio preciso e, al contempo, chiaro, adatto tanto all’esperto quanto al neofita. Il percorso artistico di Mignola viene sviscerato passo passo, dagli esordi ai giorni nostri, passando ovviamente per Hellboy (che rimane la sua creazione più famosa), a cui è dedicato un capitolo apposito, il più corposo del testo.

"I demoni di Mike Mignola". Valentino Sergi analizza l’opera di un maestro dei comics - Fig-1-Un-ritratto-dellautore-copyright-The-List-Ltd-2010-small

Il libro è un valido strumento sia per chi già conosce bene l’artista sia per chi non lo conosce, perché certamente invoglia a cercarne i lavori per leggerli e apprezzarli. Lo studio dà particolare rilevanza alla passione per il genere horror, con particolare riferimento ad autori quali Lovecraft e Poe e ai classici del "I demoni di Mike Mignola". Valentino Sergi analizza l’opera di un maestro dei comics - La-copertina-del-primo-numero-dell’adattamento-ufficiale-di-Bram-Stoker’s-Dracula_-©Topps-1992_genere, fra i quali spicca il classicissimo Dracula di Bram Stoker. Fin da ragazzino ammiratore del romanzo, Mignola arriverà a occuparsene in modo curioso, disegnando il mirabile adattamento a fumetti del film di Francis Ford Coppola sul Dracula di Stoker, sceneggiato niente meno che dal grande Roy Thomas ed edito dalla Topps (1992). Essendo adattamento di adattamento, quindi frutto di contaminazioni mediali multiple, questo fumetto anticipa un concetto.
Infatti, le considerazioni forse più interessanti che si trovano nella conclusione, dove viene lucidamente definito l’approccio multimediale, anzi “transmediale” dell’artista (nato disegnatore, diventato autore completo), precursore dei tempi nel frammentare le sue produzioni sia nei fumetti (con diverse miniserie e racconti disseminati in varie pubblicazioni ma in stretta continuity) o addirittura in media diversi, come i film o i videogiochi.
Viene sottolineata, insomma, la lungimiranza di Mignola nel capire l’ineluttabile avvento della contaminazione fra mezzi di comunicazione dell’era digitale, e il suo influsso sulle potenzialità espressive di un artista. Sergi parla, giustamente a mio avviso, di “consapevolezza” di Mignola, nel saper adattare la propria opera all’ormai ineluttabile cambiamento (si pensi, nel bene e nel male, alla forza del rapporto tra fumetti e cinecomics in casa Marvel).

"I demoni di Mike Mignola". Valentino Sergi analizza l’opera di un maestro dei comics - 22

Un testo che consiglio sia per avvicinarsi sia per approfondire, o addirittura semplicemente per conoscere, l’opera di un grande maestro. Il volume, elaborato con una grafica piacevole che ne favorisce la leggibilità, è corredato di un ricco apparato di immagini, nonché impreziosito da un’ampia bibliografia di riferimento.

Abbiamo parlato di: 
I demoni di Mike Mignola
Collana: L’arte delle nuvole 11

Nicola Pesce Editore, 2014
160 pagine, brossurato, bicromia – 14,90 €
ISBN: 9788897141334

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio