Nuvole di celluloide

Nuvole di Celluloide: il futuro di The Flash, Annie, Ciudad

Avvisiamo che la rubrica “Nuvole di Celluloide” va in vacanza per la pausa natalizia. Torneremo a gennaio. Nel frattempo continueremo ad aggiornarvi tramite le news che potete leggere ogni giorno sul sito. Buone feste!

Nuvole di Celluloide: il futuro di The Flash, Annie, Ciudad - the-flash-2014-01-e1413701194343

The Flash

La settimana appena trascorsa ha visto la messa in onda, negli USA, dell’atteso episodio “The Man in The Yellow Suit”, che ha presentato non solo il primo scontro tra l’Anti-Flash e il velocista scarlatto di Central City, ma ha anche fornito le prime risposte sull’identità della nemesi dell’eroe interpretato da .
In una intervista concessa nei giorni scorsi a The Hollywood Reporter, il produttore esecutivo Andrew Kreisberg ha avuto modo di parlare dell’episodio, che avrà molte ripercussioni sul resto della stagione.

Ci sono un paio di grandi cose che accadono nell’episodio nove. Mentre giungono a una drammatica conclusione, questi eventi riecheggeranno in tutto il resto della stagione. Quando torneremo [dopo la pausa di metà stagione], le persone saranno entusiaste.
La televisione si muove ad un ritmo molto più veloce ora, è una delle cose che ho imparato da Greg Berlanti. Se sei davvero entusiasta di qualcosa, non si può aspettare sempre perché non ci potrebbe essere un “poi” a cui arrivare. Volevamo che questo show fosse eccitante come una corsa sulle montagne russe, e per farlo non si può semplicemente inserire dei misteri e non risolverli. Per noi, è molto importante premiare il pubblico per la loro fedeltà. Vogliamo creare nuovi misteri e rivelare come influenzano tutti i personaggi.

Kreisberg ha anticipato quello che vedremo nei prossimo episodio, che segnerà il ritorno di Captain Cold (Wentworth Miller) e il debutto di Heat Wave (Dominic Purcell), per poi parlare dell’estensione del midseason finale, con l’aggiunta di due minuti extra.

La cosa più importante accadrà nell’episodio 10, dove avremo il nostro primo team-up tra Captain Cold e Heat Wave. Abbiamo una riunione di Prison Break con Dominic Purcell e Wentworth Miller [entrambi protagonisti di quel drama carcerario ndr]. Siamo in credito con The CW. Ci danno un supporto incredibile e fornirci quel tempo in più è stato eccezionale per noi. Hanno visto una prima versione dello show che era molto più lunga, e hanno detto che volevano mantenerlo il più possibile. Senza la loro generosità, alcuni momenti davvero speciali sarebbero stati perduti.

Kreisberg ha poi parlato a Zap2it del tema principale dell’episodio, ovvero lo scontro tra Barry e l’Anti-Flash.

Si troverà faccia a faccia con il demone che ha ucciso sua madre. Questo risveglierà ogni sorta di emozione in lui, tanto che Joe e Wells chiedono a Barry se è la persona migliore per occuparsi dell’Anti-Flash. Loro temono che le sue emozioni saranno compromesse dal dolore e dalla sua rabbia. Abbiamo inviato una nota al regista, che l’ha trasmessa al cast, in cui ogni volta che sono nella stanza con l’Anti-Flash, dovrebbero agire come se fosse l’alieno da “Alien”. E’ letteralmente la cosa più spaventosa e più terrificante. I ragazzi degli effetti speciali hanno creato un buon effetto per l’Anti-Flash e tra questo, la sua la voce e le reazioni del cast, c’è davvero la sensazione che ognuno sia nella stanza con una creatura della massima cattiveria.

In un altra intervista, concessa a Variety a parlare è stato l’attore Andy Mientus, che prossimamente debutterà nel serial nel ruolo di Hartley Rathaway alias Pied Piper (Il pifferaio), un altro storico villain del velocista scarlatto.
Mientus ha parlato della pressione a cui si sente un pochino sottoposto, evidenziando anche il fatto che il suo personaggio sia dichiaratamente gay.

Per il fatto che lui sia gay sento come se stessi rappresentando una intera comunità. La gente è entusiasta di vedere questo personaggio, quindi c’è un sacco di pressione. Ma sono contento che stiano introducendo il personaggio nello show. Si tratta di un enorme passo avanti e io sono entusiasta di contribuire a realizzare tutto questo. E’ impressionante. L’universo di Flash ha una intensa e passionale base di fans, che esiste fin dagli anni ’60, e questa è la prima volta che il mio personaggio è in uno show live-action, quindi spero di fare bene.

Si è tenuta nei giorni scorsi a New York, presso lo Ziegfield Theater, la premiere di , la pellicola diretta da adattamento del celebre musical di Broadway a sua volta basato sull’orfanella creata da .
Tra i presenti la giovane protagonista , Jamie Foxx accompagnato dai figli, , Adewale Akinnuoye-Agbaje, , Bobby Cannavale e ovviamente il regista . Oltre a parlare della pellicola, che uscirà nelle sale USA il 19 dicembre, l’argomento centrale è stato ancora una volta l’attacco hacker che ha colpito nei giorni scorsi la Sony Pictures e che ha portato alla diffusione online del film, che comunque non è rimasto danneggiato dalla vicenda in termini promozionali.

Annie è una parte integrante della cultura americana, quindi non credo che questo distragga la gente dall’andarlo a vedere. E’ un film per le feste, e questo è ciò che la gente vuole vedere durante il Natale – ha dichiarato Adewale Akinnuoye-Agbaye, sottolineando come gli hacker abbiano fallito nel loro intento.
Non ero molto felice – ha invece affermato il regista Will Gluck – l’intero fine settimana di vacanza, ho avuto a che fare con questa faccenda. L’unica cosa che sono riuscito a capire, dopo aver attraversato una vasta gamma di emozioni, è che abbiamo fatto un film sulla speranza, sull’ottimismo e sul trovare il proprio posto nella vita; e se le persone alla fine andranno a vedere il film per questo, è l’unica cosa a cui posso aggrapparmi.

Gluck, autore anche della sceneggiatura, ha poi parlato nello specifico del film, evidenziando come questa nuova versione si discosti dalla precedente di John Huston non solo per l’ambientazione moderna, ma anche per avere inserito un cast multirazziale, oltre al fatto di avere introdotto una nuova Annie, che a differenza del passato non è un orfana, ma una bambina adottata.

Per me, Miss Hannigan rappresenta un’epidemia nella nostra società di oggi – misuriamo la nostra autostima su quanti “mi piace” e followers abbiamo e pensiamo che non siamo degni di amore se non siamo una celebrità o se non raggiungiamo la fama. Penso che sia veramente pericoloso, perché l’amore per se stessi è l’unico modo perché tu sia felice.

Ecco come si ottiene l’autostima – ha invece dichiarato a proposito del personaggio da lei interpretato – amando se stessi per quello che sei, non per quello che non sei.

ha invece descritto così Grace, personaggio da lei interpretato che lavora per Benjamin Stacks, versione moderna del classico Daddy Warbucks creato da Gray.

Nell’originale, lei è l’assistente di Daddy Warbucks, mentre qui invece sono il cervello dietro la società di Stacks. Volevamo renderla come tutte le donne che vedi in giro per New York, così occupate a correre, correre e sbrigare faccende.

Nel corso della settimana, la promozione del film ha riguardato anche un evento benefico a favore della Ecier (Educate Create Innovate Entrepreneur Relationships), una fondazione che incoraggia i giovani a diventare imprenditori. anche tramite la concessione di borse di studio universitarie. L’evento per la raccolta fondi è stata una una speciale premiere privata svoltasi il 13 dicembre, organizzata dalla Sony Pictures in collaborazione con AMC Theaters.

Sony Pictures e AMC Theatres ci hanno permesso di fare una premiere del film una settimana prima che questi diventi pubblico, e siamo molto entusiasti – ha dichiarato in merito Chareice White, fondatore e presidente della Fondazione senza scopo di lucro ECIER.

Ciudad

Intervistati nei giorni scorsi da CBR, i registi di Captain America: The Winter Soldier e Joe Russo hanno parlato di Ciudad, il graphic novel da loro creato in collaborazione con Ande Parks e Fernando Leon, pubblicato dalla Oni Press di cui è stato annunciato tempo fa un adattamento per il grande schermo che li vedrà coinvolti alla regia.

Abbiamo collezionato fumetti da quando eravamo bambini e alcuni dei libri più influenti che abbiamo comprato erano graphic novel. Così, quando abbiamo incontrato i ragazzi della Oni e hanno suggerito l’idea di farci coinvolgere in una graphic novel, in primo luogo abbiamo colto l’occasione. E in secondo luogo, ci siamo immersi a creare idee. Abbiamo cercato quello che pensavamo si sarebbe tradotto meglio per questo medium. Abbiamo sentito che la natura ermetica della storia “Ciudad”, in combinazione con il genere, sarebbe stata una buona cosa. Abbiamo collaborato con Ande Parks, il cui “Union Station” è brillante, ed è così che il libro è venuto alla luce – hanno dichiarato.
E’ stata davvero una esperienza da sogno – ha invece affermato Ande Parks – Joe e Anthony sono stati molto generosi. Non solo mi hanno permesso di fare le mie cose con questa idea con cui sono arrivati, ma sono stati incoraggianti ad ogni passo.
Supponendo che la versione cinematografica di “Ciudad” verrà realizzata ad un certo punto, e mi auguro accada, sarà molto interessante per le persone vedere come sono state sviluppate le due diverse forme della storia. E’ la stessa storia, ma gestita in modi molto diversi.
Per quanto ne so, questa è una situazione unica. Il libro non è un adattamento di un film o di una sceneggiatura. Penso che si possano guardare la graphic novel e la sceneggiatura come due gemelli che sono stati separati alla nascita. Hanno lo stesso DNA, ma sono stati cresciuti da persone diverse e così sono diventate cose molto diverse.

Per quanto riguarda lo status attuale della pellicola, che in un primo momento avrebbe dovuto vedere protagonista Dwayne Johnson, i due registi hanno affermato:

Dwayne non è attualmente coinvolto. Siamo nel processo di creazione del film con noi in veste di produttori.

Nuvole di Celluloide: il futuro di The Flash, Annie, Ciudad - batman-vs-superman

In seguito alla conclusione delle riprese del sequel di Man of Steel, il New Mexico Film Office ha inviato nei giorni scorsi un comunicato stampa ai media locali del New Mexico, in cui la produzione stima che la lavorazione del film ha portato a un guadagno di 13 milioni di dollari per l’economia dello Stato, dalla costruzione locale alla richiesta di legname e forniture per la ristorazione. La società di produzione stima che siano state assunti circa 200 membri della troupe nel corso della produzione.

Siamo entusiasti del fatto che le città di Playas e Taos, New Mexico abbiano potuto ospitare una tale produzione su larga scala. In realtà, hanno costruito uno dei più grandi set nella storia del cinema del New Mexico – ha detto Nick Maniatis del New Mexico Film Office

Cinebrevi

Il network tedesco per bambini Yep! ha acquistato le serie animate Marvel Avengers Assemble e Hulk and the Agents of S.M.A.S.H. per trasmetterle all’interno del loro blocco ProSieben Maxx. Entrambi gli show dovrebbero debuttare nella prima metà del 2015, in quella che sarà la loro prima volta in un canale televisivo tedesco.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio