BreVisioni

La vergine del bordello

di Hubert, Kerascoet
Planeta deAgostini, 2008 – 100 pagg. col. cart. – 10,95euro
Stupisce la costanza e la varietà di titoli che la Planeta sta proponendo dalla vasta produzione francese; decidendo di abbandonare il formato originale e di raccogliere più episodi in un solo volume, l’editore italo-spagnolo riesce così a offrire il fumetto francese ai lettori italiani a prezzi finora quasi impensabili. Questo La vergine del bordello è ambientato nella Parigi degli anni ’30, e prende il via da l’assassinio di una ragazza, evento drammatico che spinge sua sorella a indagare per proprio conto, infiltrandosi in un bordello d’alta classe; qui verrà a contatto con la varia umanità delle ragazze che vi lavorano e dei clienti che lo riempiono ogni sera. Una storia che mescola dramma e tensioni a momenti di sagace ironia, ben resi dal tratto semplice e gradevole di Kerascoet (pseudonimo dietro cui si nascondono Marie Pommepuy e Se’bastien Cosset), che si pone sulla strada dello stile di Sfar, ma in maniera personale. Una lettura che lascia appagati e soddisfatti. (Ettore Gabrielli)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio