Home > BreVisioni > Tex #573 – Terre maledette

Tex #573 – Terre maledette

Tex #573 - Terre maledette - immagine1-4879di e
Editore, lug. 2008 – 114 pagg. b/n bros. – 2,70euro
ci introduce nelle “Terre Maledette” del titolo nelle prime due tavole del numero 573 per poi eclissarsi per quasi un terzo del volume. Lascia il campo ad uno stuolo di comprimari (assassini, vittime, avvocati, contadini…) brillantemente e individualmente presentati grazie alla solida scrittura di Mauro Boselli (al suo settimo albo consecutivo in edicola con protagonista il ranger più famoso… d’Italia) ed ai pennelli ironici, iconoclasti – nonche’ impeccabili nel ricostruire l’ambientazione scenografica – di Alfonso Font (all’undicesimo albo di Tex, sempre sui testi di Boselli). Intreccio di storie e vicende personali che, in un lento e costante annodarsi di fili, ci porta alla soglia del numero successivo in un climax di tensione; lasciando il lettore con una dannata voglia di trovare in edicola il successivo “Tornado!”. E’ questo uno dei migliori Tex in solitaria (ne’ Kit Carson ne’ Kit Willer o Tiger Jack in questo albo) degli ultimi anni, reso graficamente dall’ormai quasi “nuovo” veterano Font, sempre più a suo agio con pistole, cavalli e ambientazioni (con i volti e le espressioni aveva ben poco da migliorare) e scritto da quello che è attualmente il miglior erede di Gianluigi Bonelli. E non è poco, per un fumetto seriale e popolare. Imperdibile. (Davide Occhicone)

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

I commenti sono soggetti a moderazione, per questo motivo potresti non vederli apparire subito.
Ti preghiamo di non usare un linguaggio offensivo ma di esporre le tue idee in maniera civile.