Home > BreVisioni > American Born Chinese

American Born Chinese

di Gene Luen Yang
Guanda, 2008 – 240 pagg. col. bros. – 16,60
Con un gradevolissimo tratto in stile linea chiara, pulito ed espressivo, dai colori accesi ma non invasivi, Yang intreccia tre storie destinate a ritrovarsi in una rappresentazione tra il reale e il fantastico delle difficoltà d’integrazione di un ragazzo d’origini cinesi nella multiculturale America. La storia di Jim Wang, un ragazzino che non si sente ancora al suo posto nella nuova scuola, di Danny, un’adolescente alle prese con suo cugino, parodia di tutti i difetti da barzelletta sui cinese da cui vorrebbe affrancarsi, e infine il Re Scimmia Goku, nella sua ricerca di una maggiore considerazione agli occhi degli dei, conducono verso una moderna favola sull’accettare se stessi e le proprie origini. Un ottimo senso del ritmo e della narrazione, uno stile fresco e immediato, senza concessioni a facili moralismi ma con tanto sentimento, fanno di questo volume, divertente e profondo, leggero e stimolante, una delle migliori letture dell’anno. (Ettore Gabrielli)

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

I commenti sono soggetti a moderazione, per questo motivo potresti non vederli apparire subito.
Ti preghiamo di non usare un linguaggio offensivo ma di esporre le tue idee in maniera civile.