BreVisioni

The Walking Dead vol. 3 – Al sicuro dietro le sbarre

The Walking Dead vol. 3 - Al sicuro dietro le sbarre - immagine2-4815di e Charlie Adlard
Saldapress, 2008 – 148 pagg. b/n bros. – 11,50 euro
Kirkman deve essere l’unico ad aver appreso qualcosa dalla lezione di Romero sugli zombie. Ancora una volta sfrutta le avventure dei personaggi di , per parlarci degli esseri umani, di noi e del nostro modo di rapportarci non solo all’ambiente esterno, ma anche ai nostri simili. Dopo due volumi in cui il mondo viene stravolto e gli esseri umani sopravvissuti sono costretti a riorganizzare le proprie vite, idee e convinzioni, dopo averci mostrato che gli istinti alla base della vita umana sono, in fondo, gli stessi da millenni; ecco che l’autore decide di rincarare la dose e lo fa prendendosi, se così si può dire, una pausa dall’azione. Non che questa manchi, ma in questo volume 3 l’accento ricade sulle interazioni interpersonali. I nostri eroi sono, finalmente, riusciti a trovare un posto “sicuro”, isolandosi dal mondo esterno “brutto e cattivo”. Ed è proprio qui che Kirkman gioca sporco buttandoci in faccia meschinita’, tragedie e gelosie che nulla hanno a che fare coi pericoli esterni ma scaturiscono come melma dall’animo umano; l’ambientazione chiusa del volume serve solo da lente d’ingrandimento diventando quasi sarcastica, sino a chiedersi come si può essere al sicuro, quando il pericolo è in noi stessi. Ne viene fuori un quadro cupo ed acido dell’essere umano. (Michele Quitadamo).

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio