BreVisioni

JLA #5

di AA VV
, mag. 2008 – 48 pagg. col. spil. – 2,95euro
Seconda parte italiana dell’avvincente “Saga del fulmine”, crossover tra JLA e JSA (ma pare foriero di sviluppi fondamentali per tutto l’universo DC). Il primo episodio, opera di Johns (testi) e Pasarin (disegni) conferma i pregi e difetti che caratterizzano la serie della Justice Society: bel ritmo, personaggi e dialoghi centrati ma l’omaggio al passato risulta, almeno in alcune sequenze, persino preponderante e quasi stucchevole, distogliendo un poco dalla narrazione degli eventi. Cio’ detto Johns è scrittore di razza e lo conferma anche in questi suoi eccessi di affetto: la sequenza di Batman contro le sue varie versioni passate e quella nella Fortezza della solitudine, che mostra un Superman nostalgico e commosso, sono assai centrate. Piu’ efficace, meno leziosa è la Justice League scritta da Meltzer e disegnata da Benes. Lo sceneggiatore è certamente meno occupato a omaggiare il pur glorioso passato DC e azzecca le caratterizzazioni, in particolare quelle di Freccia Rossa e Power Girl, mantenendo alto il ritmo. Belli i disegni del brasiliano Ed Benes, molto abile in particolare nel delineare le supereroine. Un albo comunque di piacevolissima lettura. (Paolo Garrone)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio