Home > BreVisioni > Dylan Dog #273 – Seppelliti vivi!

Dylan Dog #273 – Seppelliti vivi!

Dylan Dog #273 - Seppelliti vivi!  - immagine1-5337di Giancarlo Marzano e Giovanni Feghieri
Sergio Monelli Editore, giu. 2009 – 96 pagg. b/n bros. – 2,70euro
La lettura di Dylan Dog era stata negli ultimi mesi poco interessante. Le storie non riuscivano mai davvero ad appassionare e sembravano puri riempitivi. Stavolta la storia scritta da Giancarlo Marzano, pur non avendo un soggeto che brilla per originalita’, riesce a cogliere perfettamente nel segno, mostrandosi quasi come un trattato sociologico su come l’uomo, messo in condizioni traumatiche e senza una via di fuga da una brutta situazione, possa dimostrarsi un essere brutale ed egoista. Il giovane sceneggiatore imbastisce una storia che ha in alcune trovate la sua parte migliore, con un sottofondo grottesco ed assurdo che dovrebbe piacere molto agli aficionados di Dylan Dog. Alcuni comprimari sono anche molto ben tratteggiati, nel loro essere stereotipizzati e quasi stilizzati, come ad esempio il padre di famiglia severo o il capotreno attaccato al regolamento. Disegni di Freghieri molto funzionali alla storia, con un Dylan tratteggiato davvero bene, mentre la copertina di Stano fallisce nell’intento di sintonizzarsi con il contenuto dell’albo, non riuscendo a rappresentare efficacemente i personaggi protagonisti dello stesso. (Salvatore Cervasio)

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

I commenti sono soggetti a moderazione, per questo motivo potresti non vederli apparire subito.
Ti preghiamo di non usare un linguaggio offensivo ma di esporre le tue idee in maniera civile.