BreVisioni

Wolverine#219

immagine1-45821

Wolverine#219 - immagine1-4582di AA VV
Panini Comics , apr. 2008 – 80 pagg. col. spil. – 3,30euro
Termina “Evoluzione”, saga scritta da Jeph Loeb per i disegni di . La miniserie, già abbastanza ingarbugliata, si conclude con una resa dei conti tra Wolverine e il suo nemico storico Sabretooth (di cui non vi anticipiamo niente) ma senza un finale vero e proprio: infatti Wolverine non riesce a scoprire chi sia il fantomatico Romulus, l’uomo che sembra stia tirando i fili della sua vita. Non convince appieno il lavoro di Loeb, e non solo per quello che riguarda questo numero. I perché sono tanti: perché Wolverine decide di scontrarsi ancora con Sabretooth? Come mai ricompaiono di nuovo nemici che dovevano essere morti? In più l’autore non rispetta appieno la continuity, anche se questo molto spesso non è un male, come spiegato anche nelle note di terza di copertina. I disegni di Bianchi sono di grande impatto: sarebbe davvero interessante riuscire a vedere tutta la saga in bianco e nero, per apprezzare appieno i mezzi toni del disegnatore. Segue un annual, scritto da Hurwitz e disegnato da Frusin: una buona storia con ottimi disegni del sudamericano, che pero’ non si riesce a capire perché sia presentata usando la copertina di un annual della serie “Origins”. In chiusura “New Excalibur”, di cui ancora ci si chiede il motivo della presenza in questa testata. (Salvatore Cervasio)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio