BreVisioni

Est-Nord-Est

di
Lizard edizioni, 2007 – 96 pagg. col. bros. – 15,00euro
, raffinato autore triestino, allievo di , con Est-Nord-Est ci offre la sua opera più personale e compiuta. Dopo essersi cimentato negli adattamenti letterari e nei racconti brevi, affronta la storia degli ultimi giorni di una città e di alcuni suoi abitanti, in procinto di essere spazzata via da un misterioso vento giustiziere. La cifra stilistica e tematica dell’opera è lo scontro-incontro. Del resto sono proprio le divisioni e le unioni, geografiche, storiche e culturali che definiscono il genius loci di una terra di confine come Trieste, a cui Chendi è molto legato. Ma questi temi nell’opera, sotto forma di favola, vengono universalizzati. Così la Borne, un vento ciclico, protagonista assoluto della storia è un vento tremendo e purificatore, che richiama immediatamente la Bora, evocata già dal titolo (Est-Nord-Est è la sua direzione di provenienza). Cosi’, le divisioni etniche sono intolleranze, che celano stupidita’, ipocrisia e pigrizia mentale che sono, in fondo, cittadine del mondo. Chendi utilizza i principi della Ligne claire, con una materia narrativa che è al contempo realistica e fantastica, confondendo al lettore le coordinate spazio-temporali, e lasciandolo solo in bali’a della favola e della sua morale. Leggera e feroce come una sferzata di Bora. (Alberto Zamattio)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio