Interviste

Alle porte di Lucca C&G 2014: 6 domande alla Eris Edizioni

Thumb Eris

Nuova breve intervista con le anticipazioni su quel che porteranno gli editori a Lucca Comics & Games 2014. E’ il turno della .

Alle porte di Lucca C&G 2014: 6 domande alla Eris Edizioni - Il-muretto_cover Diteci uno dei motivi per cui ogni hanno si è felici di partecipare al Lucca Comics & Games e quale invece l’aspetto del quale si farebbe volentieri a meno?
Avendo come unico termine di paragone lo scorso anno, il motivo che più ci entusiasma è di poter radunare tutti i nostri autori e passare quattro giorni insieme a confrontarci e stimolarci a vicenda, come fosse una rimpatriata, una festa. Ci angoscia invece terribilmente il pensiero di impiegarci diversi minuti (data la folla) per poter raggiungere un bar, un posto dove poter rifocillarsi.

Quali sono le novità che Eris porterà a Lucca Comics? Ce ne parli un po’ nel dettaglio?
Le novità che porteremo sono quattro, due delle quali da pochissimo apparse nelle librerie/fumetterie.
Iniziamo con Il muretto di Céline Fraipont  e Pierre Bailly, un graphic novel commovente ma allo stesso tempo crudo. Un racconto sull’adolescenza senza stereotipi, senza le “carinerie” che accompagnano solitamente il “genere”, ma diretto incisivo, proprio come un pezzo punk. Appena letto ci abbiamo subito trovato qualcosa di nostro, una sorta di storia collettiva (anche se all’apparenza molto intimistica). Un sentimento che ci è stato confermato dai feedback che abbiamo ricevuto da molti lettori.
Alle porte di Lucca C&G 2014: 6 domande alla Eris Edizioni - Mox-Nox_coverLa seconda novità che ha da poco fatto capolino nelle librerie/fumetterie è Mox Nox di , un genio dell’assurdo che attraverso la provocazione, lo splatter e l’improbabile si è conquistato la simpatia di un pubblico internazionale (avranno tutti lo stesso sorriso smagliante dei personaggi delle sue storie?) grazie alle sue storie mute che circolano per il web. Joan, attesissimo, sarà con noi allo stand sabato 1 novembre.
Poi abbiamo due anteprime entrambe di autori italiani:
La prima Misantromorfina di . Pubblicare questo libro è per noi come se stessimo chiudendo un cerchio iniziato tanti anni fa, quando Eris era lontanissima dall’essere ideata, e ci capitarono per le mani alcuni numeri della rivista Monipodio! (di cui Armin ne era ideatore tra gli altri). Da lì l’idea della Comic Battle a Torino, e oggi questo graphic novel. Una storia cattivissima, feroce e surreale di un gruppo di amici che non può vivere senza farsi del male. Per l’appunto una storia del volersi male.
Infine un’importante ricostruzione storica a fumetti ad opera di ed , dal titolo Officina del macello. In questo volume, accompagnati da quattro saggi storici, viene ricostruita la vicenda della decimazione della Brigata Catanzaro a seguito di una delle più radicali rivolte avvenute tra le fila dell’esercito italiano impegnato durante la Prima Guerra Mondiale. Una pagina nera della storia italiana dimenticata, su cui questo libro fa finalmente luce proprio durante le commemorazioni per il centenario del conflitto.

Alle porte di Lucca C&G 2014: 6 domande alla Eris Edizioni - cover-misantro-solo-fronteSiamo ormai quasi a fine anno: anche se l’appuntamento di Lucca Comics e il Natale devono ancora arrivare, che bilancio potete trarre da questo 2014 come casa editrice?
Un bilancio che va oltre qualsiasi aspettativa iniziale per il nostro che è iniziato come un piccolo progetto. Il nostro budget iniziale era ridicolo, non avevamo santi in cielo, genitori o parenti miliardari, e nessuna esperienza nel campo. Ma siamo partiti con l’idea di fare piccoli passi alla volta come la vecchia e buona logica contadina insegna, sapendo di dovere combattere una battaglia stile Davide contro Golia. È un po’ come partecipare a una maratona faticosissima e piano piano rimontare. Ma senza l’ansia di dover arrivare primi a tutti i costi: il vero obbiettivo è riuscire ad andare avanti secondo la tua identità, senza dimenticare che il tuo è un progetto culturale non una fabbrica, anche se non sempre è facile dato che è con il mercato che si ha a che fare. Però visti anche i tempi, possiamo dirci doppiamente soddisfatti dato che le casse di Eris non patiscono affatto la crisi, anzi abbiamo riscontrato una crescita anno dopo anno, nel 2013/2014 in particolare. Si parla di piccoli numeri rispetto ai giganti del nostro settore, ma è quanto ci basta per portare avanti il progetto e rilanciare pubblicazione dopo pubblicazione.

Alle porte di Lucca C&G 2014: 6 domande alla Eris Edizioni - officina-del-macellobluCon che occhi e quali prospettive guardate al 2015?
Con gli stessi di sempre. Abbiamo solo da consolidare e perfezionare.

Domanda fair-play: se doveste consigliare un fumetto di un’altra casa editrice, quale sarebbe?
Senza tentennamenti e dubbi: Pinocchio di Winshlus, un fumetto incredibile di un autore geniale.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio