BreVisioni

Narutaru #1

di
, ott. 2007 – 224 pagg. b/n bros. – 4,50euro
Durante una vacanza la giovane Shina trova una strana creatura dalla forma di stella, dotata di bizzarri poteri. Tra i due si instaura subito un forte legame e per la ragazza sarà l’inizio di una grande avventura durante la quale incrocerà la strada con vari individui, anche loro accompagnati da questi “cuccioli di drago”. Il plot sembra di averlo sentito innumerevoli volte in altre produzioni provenienti dal sol levante (in primis in blockbuster come Digimon o Pokemon) ma Kitoh ci dimostra che anche dai cliche’ più abusati si può trarre qualcosa di nuovo (come fa anche nel suo Bokurano, che è stato capace di raccontare qualcosa di nuovo in una storia di “robottoni”). La trama e il fatto che i protagonisti siano ragazzini potrebbe fare pensare al lettore che la serie sia per un pubblico giovanile: mai idea potrebbe essere più sbagliata. Narutaru è una storia matura, che parla di un età di passaggio e del brusco confrontarsi con la violenza e l’angoscia della vita adulta. Il tutto è raccontato con uno stile lento e allusivo e disegnato con tratto grezzo e abbozzato, caratteristiche che potrebbero rendere la lettura ostica per alcuni, ma soddisferanno i lettori dal palato più fine.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio