Home > BreVisioni > BPRD Vol.6 – La macchina universale

BPRD Vol.6 – La macchina universale

di , e Guy Davis
, 2007 – 144 pagg. col bros. – 12,50 euro
La serie ideata da Mignola come spin-off di Hellboy continua a dimostrarsi tra le più vitali e divertenti degli ultimi periodi e John Arcudi è sempre più a suo agio con i personaggi. La tecnica di narrazione scelta da Arcudi (e Mignola) punta ad imbastire una storia di ampio respiro infarcita di sottotrame e sono proprio queste “storie minori” quelle che vengono, di volta in volta, racchiuse in volume, mentre la trama principale evolve di pochi passi capitolo dopo capitolo. Con questo sesto volume si conclude, o così sembra, la run dedicata alla “Piaga di Rane” iniziata nell’omonimo volume (il terzo) e si dà addio (se un addio è possibile nel mondo del fumetto americano mainstream) ad uno dei più vecchi componenti della squadra, per salutare il quale Mignola torna ai pennelli creando l’epilogo del volume. Eppure, i vari intrecci portati avanti ed alcuni punti lasciati in sospeso dimostrano che questa serie ha ancora tante sorprese da fornirci. Non è una sorpresa il talento di Guy Davis che, pur piegando il suo stile in modo da non discostarsi eccessivamente da certi canoni imposti da Mignola resta un disegnatore eccelso, perfettamente in linea con la narrazione. Non resta che attendere il prossimo volume. (Michele Quitadamo)

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

I commenti sono soggetti a moderazione, per questo motivo potresti non vederli apparire subito.
Ti preghiamo di non usare un linguaggio offensivo ma di esporre le tue idee in maniera civile.