BreVisioni

Il boia rosso

di e
Lizard, 2007 – 96 pagg. b/n bros. – 12,00euro
Uscito un anno fa in Francia in due volumi a colori, quest’opera arriva ora in Italia in un unico volume in b/n. Roma del XVIII secolo, Stato Pontificio. Il Papa si arroga il diritto, in nome di Dio, di far giustiziare più o meno sommariamente i briganti che infestano la Capitale. La “giustizia” è affidata a Giovanni Battista Mori, il boia dal mantello rosso, il quale non si limita a colpire di mannaia ma, come tanti eroi polizieschi, ha il pallino dell’investigazione. Ma non è uno svampito alla Miss Marple, in realtà princi’pi ben più alti ispirano questa sua ricerca della verita’. Mori indaga sulla sparizione della figlia di un ufficiale dell’esercito, ucciso dal figlio di un carbonaro. Per le autorità il caso è semplice: il rapimento è opera del brigante Padre Lupo, e l’omicidio è politico, ma c’e’ un fil rouge che lega questi avvenimenti e Mori vuole svelarlo. La struttura è tipica e non porta niente di nuovo al genere che i francesi chiamano “Polar”, incrocio fra “poliziesco” e “noir”, ma ha le potenzialità per dare il via a una lunga serie con protagonista il Boia Rosso e i suoi dissidi interiori. Mori è un bel personaggio, e inoltre ha un passato che l’autore ha appena cominciato ad accennare.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio