Interviste

Alle porte di Lucca C&G 2014: 6 domande a Saldapress

salda

Nuova breve intervista con le anticipazioni di su quel che porteranno gli editori a Lucca Comics & Games 2014: è il turno di Saldapress.

Cosa significa, per un editore, partecipare e prepararsi per Lucca Comics?
Alle porte di Lucca C&G 2014: 6 domande a Saldapress - sp_sloghino
Allora, partiamo dalla fine. Per una piccola casa editrice come la nostra significa un grande impegno di tempo e risorse. Di fatto iniziamo a pensare a Lucca non appena si conclude un’edizione: immaginiamo come potrebbe essere il nuovo stand, come organizzare meglio il lavoro, come soddisfare le richieste dei fan, ecc… Poi, nel corso dell’anno, iniziamo a pianificare le uscite anche nell’ottica di avere a Lucca nuovi titoli interessanti ed edizioni particolari. In questo modo, almeno in parte, ho risposto anche alla prima questione. Ma solo in parte, appunto. Partecipare a Lucca significa moltissime cose diverse, per noi. Prima di tutto, abbiamo la possibilità di incontrare i nostri lettori di persona e costruire veri e propri rapporti umani, che proseguono nel corso dell’anno in altre fiere, sui social o via mail. Questo aspetto è tutt’altro che secondario. Un altro aspetto importante è la possibilità di mostrare integralmente il nostro catalogo, e un altro ancora quello di partecipare attivamente al più importante evento culturale italiano, che di questo si tratta. Il nostro impegno è cresciuto negli ultimi anni, dal punto di vista delle relazioni intessute nelle giornate di Lucca, nella progettazione degli spazi e degli eventi particolari. Insomma, Lucca ci piace e ci diverte moltissimo.

Alle porte di Lucca C&G 2014: 6 domande a Saldapress - ghosted-08Diteci uno dei motivi per cui ogni anno si è felici di partecipare al Lucca Comics & Games e quale invece l’aspetto del quale si farebbe volentieri a meno?
Tolti i motivi già elencati, ci fa molto felici l’accoglienza dei lettori e la quantità di titoli e di copie che vendiamo. Si potrebbe fare a meno della pioggia, ma dubito che si possa intervenire in maniera efficace.

Quali sono le novità che voi della Saldapress porterete a Lucca Comics? Ce ne parlate un po’ nel dettaglio?
Allora, le novità sono diverse. Porteremo Dead Body Road, nuovo titolo Skybound scritto da Justin Jordan e disegnato dall’italianissimo e bravissimo Matteo Scalera – la storia di un uomo a cui hanno ucciso la moglie e che decide di vendicarsi di tutti i responsabili – e il secondo volume di Ghosted, altro titolo Skybound, disegnato anche in questo caso da un italiano, cioè da Davide Gianfelice. Il primo di Ghosted è piaciuto molto e siamo sicuri che questo farà crescere i lettori: il protagonista, dopo il furto di un fantasma, dovrà vedersela con un rapimento, possessioni malefiche e la Confraternita del Libro Oscuro.
Alle porte di Lucca C&G 2014: 6 domande a Saldapress - dead-body-roadE poi: porteremo il volume 21 di , cioè la seconda parte di Guerra Totale – un arco narrativo pazzesco – e le diverse variant del numero 25 da edicola, che contiene il famigerato numero 100 americano. Saranno diverse cover e ne parleremo meglio a breve. Porteremo il terzo volume dello strepitoso eroe hard boiled in salsa italiana scritto da Nizzi e disegnato da Bonfatti, cioè Leo Pulp. Come nel caso degli altri due volumi si tratta di un’edizione deluxe che rende giustizia alle incredibili tavole disegnate dal Bonfa. Infine, ma perché ci andava di tenerla come chicca finale, porteremo il primo numero dell’edizione di creata in collaborazione con Gazzetta dello Sport: DVD e fumetto insieme. È una gran cosa, per noi.

Siamo ormai quasi a fine anno: anche se l’appuntamento di Lucca Comics e il Natale devono ancora arrivare, che bilancio potete trarre da questo 2014 come casa editrice ?Alle porte di Lucca C&G 2014: 6 domande a Saldapress - saldapress-thief-of-thieves
È stato un ottimo anno, per un sacco di ragioni diverse. Abbiamo lanciato le due diverse edizioni di Invincible – gli albi da edicola che contengono anche le storie degli altri personaggi dell’Invincible Universe e i volumi che raccolgono le avventure di Mark Grayson e soci – e un sacco di nuovi lettori si sono appassionati all’altra grande serie di . Abbiamo portato in Italia nuovi titoli Skybound e alcuni in particolare hanno iniziato a imporsi tra i lettori, ad esempio Thief of Thieves, Witch Doctor e Manifest Destiny, che ha avuto da subito un ottimo impatto. Stiamo lavorando a nuovi progetti e guardiamo al futuro con la convinzione di poter allargare il nostro raggio d’azione e di poter aggiungere qualcosa al panorama del fumetto italiano: il lavoro che sta facendo con Skybound segna una direzione interessanti per tutti, credo. Inoltre, siamo cresciuti molto anche dal punto di vista della comunicazione coi lettori – specie sui social – e, ripeto, questo è solo un aspetto positivo.

Alle porte di Lucca C&G 2014: 6 domande a Saldapress - witch-doctorCon che occhi e quali prospettive guardate al 2015?
Con l’intenzione di fare sempre di più. Di consolidarci e investire anche su nuove produzioni. Siamo molto fiduciosi. Stiamo anche per portare in Italia Outcast, il nuovo titolo di Robert Kirkman, e siamo molto curiosi di vedere cosa succederà. Così come dei nuovi titoli Image, Skybound e non solo che arricchiranno il catalogo. Insomma, non abbiamo nessuna intenzione di rallentare.

Domanda fair-play: se doveste consigliare un fumetto di un’altra casa editrice, quale sarebbe?
È soprattutto una domanda difficile. Ne dico uno che in casa editrice riconosciamo unanimemente come un grande fumetto: Saga, pubblicato da Bao. È una serie magnifica.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio