BreVisioni

L’Uomo Ragno #470

di AAVV
Panini Comics, sett. 2007 – 80 pagg. col. spil. – 2,80euro
Che dire di questo numero dell’Uomo Ragno? Semplicemente che si mantiene su un livello di mediocrità che ogni tanto mi fa chiedere perché lo compro ancora. Sarà che sono un inguaribile quarantenne nostalgico dei tempi della Corno? Chiariamoci, non è che un po’ non ci si diverta leggendo le storie attuali del ragnetto, ma l’impressione che manchino di profondità e di spunti degni di nota è molto alto. Si salva un po’ la storia di J. Michael Straczynski, legata a Civil War, ma la sua gestione, dopo una buona partenza, è stata tutt’altro che indimenticabile. Tra l’altro la mega saga marveliana è sembrata quasi più un ostacolo allo sviluppo delle storie di questo scrittore che un’opportunita’. Non parliamo poi del racconto di Aguirre- Sacasa assolutamente inconsistente. Insomma, se proprio devo salvare qualcosa è l’Ultimate Civil War Spider-Ham, il nostro Prosciutto-Ragno firmato dallo stesso Straczynski, godibilissimo nel parodiare le ultime tendenze di casa Marvel. Imperdibile la pagina tributo a 2001: odissea nello spazio di Kubrik. Decisamente la cosa migliore di questo numero. (Alberto Casiraghi)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio