Nuvole di celluloide

Nuvole di Celluloide: The Flash, Annie, Batman V Superman, Constantine

amellpanabaker

Nuvole di Celluloide: The Flash, Annie, Batman V Superman, Constantine - the-flash-2014-01-e14137011943431

Intervistato nei giorni scorsi da The Hollywood Reporter, l’attore , che nel serial sul velocista scarlatto interpreterà il ruolo di Ronnie Raymond alias Firestorm, ha parlato del suo personaggio e di come ha iniziato a conoscerlo meglio, confessando allo stesso tempo che, inizialmente, non era un grande fan di questo supereroe della scuderia DC Comics.

Sapevo qualcosa di lui ma non molto, non ero mai stato un grande fan di Firestorm. Ma attualmente sono contento di come mi ci sono avvicinato perché così ho avuto modo di essere introdotto verso un nuovo supereroe. Ho ricevuto un pacco dalla DC Comics con un paio di fumetti e action figure. Mia madre è andata in fumetteria e ha comprato ogni cosa su Firestorm che avevano, e mi sono tuffato a capofitto in questo universo. Penso che farò qualcosa che ai fan di Firestorm piacerà molto.

Amell, che ha nei mesi scorsi partecipato al fumettistico (nelle atmosfere) ma sfortunato serial di The CW Tomorrow People, ha poi parlato del suo lavoro con il cast e i produttori, soffermandosi sulla collega , che nel serial sull’eroe di Central City interpreta Caitlin Snow, fidanzata di Ronnie, e sulla costruzione della loro storia d’amore attraverso i vari flashback visti nel terzo episodio di .

Non avevo visto l’episodio pilota, e sono contento di non averlo fatto in quanto i flashback avvengono contemporaneamente a quanto succede nel pilot. Ho avuto modo così di fare tabula rasa. Abbiamo girato la scena celebrativa per prima [In cui Wells e gli scienziati festeggiano l’accensione dell’acceleratore di particelle ndr], ed è stato fantastico; è sempre emozionante fare parte di un nuovo progetto. In realtà c’era gran parte della stessa squadra di Tomorrow People, circa il 70%, che si è spostata poi su The Flash. Ho cercato di stabilire in breve tempo un rapporto con il personaggio di Danielle, Caitlin, ed è andata bene perché entrambi avevamo amici comuni, ci siamo seduti e abbiamo parlato per un po’ prima di girare qualcosa. Ho visto solo un paio di clip; sono entusiasta di guardare l’episodio di domani sera. Sono diventato un grande fan dello show. Incontreremo il personaggio di Ronnie Raymond per ora nell’episodio “Fastest Man Alive” e poi nel mese di dicembre, in cui faremo la conoscenza di Firestorm. Quando lo troveranno, nel mese di dicembre, il mio personaggio dovrà affrontare alcuni problemi. E’ schizofrenico, non sa cosa sta succedendo, è confuso e pericoloso per le persone intorno a lui.

Amell ha poi parlato dell’attore Victor Garber, che nel serial impersonerà l’altra metà di Firestorm.

E’ il migliore! E’ fantastico! Ho lavorato con Victor Garber in un film TV un paio di anni fa ed era incredibile. E’ così pieno di talento e non fa male il fatto che la mia fidanzata [l’attrice Italia Ricci ndr] sia la più grande fan di Titanic che abbia mai incontrato. Lei è più entusiasta del sottoscritto che lavori con Victor Garber, più di ogni altra cosa. Devo iniziare a guardare Alias e iniziare a lavorare sulle movenze di Victor Garber. A volte Firestorm è Ronnie e qualche volta è Martin Stein, ma fisicamente si tratta sempre del mio corpo. Sono felice di lavorare con lui, perché, voglio dire, lui è Victor Garber. Il fatto che mi capiti di condividere un personaggio con questa persona sarà davvero divertente.

A parlare dello show è anche l’attore Rick Cosnett, che interpreta il ruolo del detective Eddie Thawne, personaggio dietro cui secondo gli appassionati di Flash potrebbe nascondersi il Professor Zoom, letale avversario del velocista scarlatto. Cosnett, a pressanti domande se Thawne possa essere davvero l’Anti-Flash, cerca in ogni modo di glissare, lasciando trasparire il fatto che il suo personaggio nasconda evidentemente qualche cosa.

Odio dire troppo. Cerco sempre di restare vago su ciò che la gente vuole sapere perché tutto il mistero e la storia dietro Eddie Thawne è davvero intrigante. Posso solo dirvi che le cose accadranno molto rapidamente entro i primi nove episodi.

L’attore ha anche parlato della relazione segreta del suo personaggio con iris West, e delle conseguenze che questa potrebbe avere se resa pubblica, come visto nel terzo episodio.

C’è una meravigliosa tensione e c’è così tanto in gioco, perché Eddie potrebbe perdere il suo lavoro e Joe [Jesse L. Martin] è meravigliosamente imprevedibile. Il povero Barry conosce questo segreto e Eddie è grato che lui lo mantenga, ma del tutto ignaro allo stesso tempo dell’amore di Barry per Iris. In seguito si crea un sacco di tensione tra Eddie e Iris, perché lei inizia a diventare molto interessata al bolide rosso. Significa qualcosa nel loro rapporto. E le cose cominciano a cambiare a partire da questo.

Nuvole di Celluloide: The Flash, Annie, Batman V Superman, Constantine - x-men-days-of-future-past-banner

X-Men: Giorni di un Futuro Passato

Intervistato nei giorni scorsi dalla rivista Forbes, lo sceneggiatore ha parlato del recente film sui mutanti Marvel diretto da Bryan Singer, soffermandosi in particolare sugli effetti che il viaggio del tempo di Logan ha avuto, e avrà, sul franchise, lasciando intendere che il finale del film lascia uno spazio enorme da esplorare.

Penso che la fine di ‘Days of Future Past’ indichi che tra 1973 e la fine di questo film, in futuro tutto è possibile. Fintanto che si arriva a quel punto nel futuro dove Wolverine si sveglia ed è in una scuola felice e fiorente gestita dal professor Xavier con Jean, Scott, Tempesta, Kitty, Colosso, Hank, e altri mutanti a noi familiari. Questo è ciò che il viaggio nel tempo ci ha dato. Quando abbiamo iniziato a realizzare ‘Days of Future Past’, sapevamo che si sarebbe trattato di una storia sui viaggi nel tempo, e sapevamo fin da subito che avremmo dovuto compiere una scelta. Che era: quanto di tutto questo avrà un impatto sul futuro? Abbiamo parlato di tutti i fattori derivanti da questa increspatura nel tempo. Una vedeva Jean e Scott ancora morti, o un’altra addirittura faceva sì che nessuno di loro fosse nella scuola; alla fine abbiamo deciso in modo che il pubblico sentisse che c’era un grande amore e una grande riverenza per i film originali. Ma c’è anche un’apertura a dei cambiamenti, e forse ad alcune cose che, ovviamente, ci rammarichiamo siano accadute nei film precedenti. Emotivamente, abbiamo sentito che l’idea di resuscitare Jean e Scott potesse essere potente ed emotivamente risonante per il pubblico nel rivederli di nuovo. Soprattutto dal punto di vista di Wolverine, che aveva salvato la donna che amava, la donna che poi ha ucciso. Tanto di “Days of Future Past” è a proposito di ‘Se tu tornassi indietro, faresti tutto in modo diverso?’. E questo è particolarmente vero per Eric e Charles, ma vogliamo che sia vero anche per Wolverine. Si sveglia in un futuro che dice: ‘Lo hai fatto, e lo hai fatto in maniera differente’.

Nuvole di Celluloide: The Flash, Annie, Batman V Superman, Constantine - annielogo

Annie

Sta entrando sempre più nel vivo la campagna promozionale della Sony per Annie, l’adattamento cinematografico diretto da Will Gluck dell’omonimo musical basato sulla striscia di Harold Gray.
Nei giorni scorsi la major ha diffuso due simpatici video musicali, il primo contenente la classica canzone “A Hard Knock Life” nella nuova versione che sarà presente nella pellicola, attorniata da numerosi Emoji e invitando il pubblico a inviare una propria personale versione del pezzo. Il secondo video invece, sempre con una canzone proveniente dalla colonna sonora del film, ovvero “You’re Never Fully Dressed Without A Smile”, e girato per diventare virale sui social network, vede la partecipazione della giovanissima protagonista Quvenzhane Wallis assieme alle sue co-protagoniste.

https://www.youtube.com/watch?v=IKjJ6DQF7xY

Diffuse intanto altre tre nuove immagini tratte dal film, che forniscono uno sguardo alla residenza di Benjamin Stacks ().

Nuvole di Celluloide: The Flash, Annie, Batman V Superman, Constantine - batman-vs-superman1

Batman V Superman: Dawn of Justice

Intervistato nei giorni scorsi da EW, l’attore Ray Fisher, che interpreterà il ruolo di Cyborg nel sequel di Man of Steel e in un film tutto suo in uscita nel 2020, ha parlato della grande responsabilità che sente e della sorpresa che ha avuto nello scoprire che il suo personaggio sarebbe andato oltre Batman V Superman: Dawn of Justice.

Non sapevo in che misura DC e WB avessero fatto progetti sul mio personaggio – ha dichiarato Fisher, che è stato ingaggiato a marzo per un cameo nel film di – Quando ho firmato, volevo solo far parte di questo mondo. Non avevo informazioni specifiche… Non pensavo che avrei ottenuto un film tutto mio.
Ho incontrato tutti della Justice League, tranne e Ezra Miller [Che sarà Flash nel film omonimo ndr]. E’ stato surreale. Si ha l’idea che andare a lavorare su un set di Hollywood possa essere davvero stressante e snervante. Ma per me questo stereotipo non c’è stato. Se ci sono stati momenti difficili e periodi di stress, io di certo non ero lì mentre accadeva.

Continuano nel frattempo le riprese della pellicola. Secondo quanto riportato nei giorni scorsi da Chicago Reel la produzione dovrebbe filmare sequenze a Chicago tra il 3 e il 14 novembre. Tra le location previste ci sarebbero una fattoria a Plainfield, la metropolitana e l’atro del Daily Planet presso la Willis Tower. Personale e squadre di produzione del sequel hanno nei giorni scorsi iniziato a portare alcune roulotte e auto nella location di un ex campo di Girl Scout nella località di Metamora Lapeer County. Grazie alla posizione estremamente boscosa e isolata del sito, speculazioni indicano che questa potrebbe essere la zona a cui si accede per la Bat-Caverna, ma, per ora, questa resta solamente una voce non confermata.
Attività presso il sito erano iniziate lo scorso giugno, quando diversi camion sono stati visti portare vari oggetti e attrezzature nella zona.

 Constantine

Ha debuttato nei giorni scorsi la serie televisiva basata sul famoso personaggio Dc Comics/Vertigo. Intervistato da CBR, il produttore esecutivo Daniel Cerone ha parlato della serie e delle motivazioni dietro la scelta di un personaggio come John Constantine per una serie televisiva.

Sono un grande fan di Alan Moore. Ho scoperto Constantine in ‘Swamp Thing’ e sono rimasto molto incuriosito da chi fosse. Mi sono immerso nella lettura di ‘Hellblazer’ di volta in volta. Ho sempre trovato fosse un personaggio avvincente, oscuro e spigoloso. Lui è più in linea con il tipo di fumetti che mi piacciono. Non sono tanto un tipo da mantelli e da maschere. Quello che mi piace di personaggi come Constantine, e quello che mi piace del lavoro di Neil Gaiman, è che sono entrambi immersi nel nostro mondo. Ho sempre sentito come se potessi connettermi a lui su un livello più naturale e biologico, perché è un personaggio così ironico, fresco e fiducioso in quello che fa. Fa quello che vuole e non si allea con nessuno. E’ una persona con cui ho sempre sentito una connessione.
[Il soprannaturale] è qualcosa che speriamo di esplorare in modo molto approfondito. Più che altro, stiamo cercando di onorare il personaggio come è stato presentato in ‘Hellblazer’. Questo è davvero il nostro modello. In termini di chi sia Constantine, speriamo di renderlo molto riconoscibile per i fan. E’ un grande umanista. Suo malgrado, sente il peso di uscire e combattere per l’umanità. D’altra parte, parliamo di qualcuno che ha letteralmente perso il suo migliore amico e sacrificato le vite dei suoi amici per il bene maggiore, e questo fa di lui un personaggio moralmente impegnativo e complesso.

Cerone ha poi spiegato nei dettagli quali saranno le minacce che saranno affrontate dal protagonista nel corso della prima stagione dello show.

Quando John Constantine è stato introdotto sulle pagine di ‘Swamp Thing’, c’era una saga in corso. Credo fosse qualcosa legato anche alla saga ‘Crisi sulle Terre Infinite’. All’interno di quelle pagine, Constantine disse a Swamp Thing di questa oscurità crescente che stava arrivando, che c’era una forza là fuori. Questa forza fomentava gli esseri soprannaturali costringendo le creature che in genere esistevano nelle ombre a uscire alla luce. A questo ci riferiamo come “Darkness Rising”. Questo accadrà nel corso della nostra prima stagione. Senza fare spoiler, le stesse forze viste all’opera sulle pagine di ‘Swamp Thing’ saranno le stesse dietro la nostra Darkness Rising. Nei fumetti questo arco narrativo era noto come “American Gothic” in ‘Swamp Thing’. In un certo senso, Moore ha definito un modello perfetto per la prima stagione televisiva, perché si ha un grande mistero, con un tocco epico. Qualcosa sta arrivando. Una grande forza sta per essere rilasciata. Ci sono varie manifestazioni di essa che devono essere fermate, e questo ci fornisce una serie di storie settimanali per Constantine. Tutto ciò guida verso qualcosa. Tutto è collegato e più Costantine si muove nel corso della nostra stagione, affrontando queste singole forze, più raccoglie indizi cercando di risolvere il mistero più grande.

Nuvole di Celluloide: The Flash, Annie, Batman V Superman, Constantine - Constantine-NBC2

Cinebrevi

Tracking Board riporta che gli attori Dayton Callie e Lin Shaye sono entrati nel cast di Abattoir, il  film che sarà diretto da Darren Lynn Bousman (Saw II) e adattamento cinematografico del fumetto realizzato dallo stesso Bousman un paio di anni fa per la , di cui vi abbiamo parlato alcuni mesi fa. Non sono stati resi noti ulteriori dettagli sui personaggi che saranno interpretati dai due attori.

Nuove immagini dal set di Ant-Man ritraggono gli attori , e Michael Pena impegnati nella lavorazione di alcune sequenze.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Spazio Bianco: nel cuore del fumetto!

Inizio